Pretty Little Liars anticipazioni: Hanna tra le braccia di Caleb?

Si fa sempre più fitto il mistero nella serie Pretty Little Liars, la cui ultima puntata è andata in onda lunedì su Mya. Vediamo insieme il riassunto e le anticipazioni della prossima puntata: Aria ha scoperto che sua madre era alla mostra in cui lei e Mr. Fitz si erano visti per il loro primo vero appuntamento e ha cominciato ad avere paura che potesse averli visti. In più, ha scoperto che ad invitarla all’inaugurazione era stata Hanna, lasciandole un biglietto sulla scrivania. Le due amiche, quindi, litigano furiosamente malgrado Aria sappia benissimo che Hanna era stata costretta dal ricatto di “A”. Spencer, invece, è sempre più decisa a risolvere l’arcano che la tormenta: chi ha ucciso Ali? Risponde, allora, all’annuncio di Toby in cui chiede delle ripetizioni di francese. La ragazza spera, così, di avvicinare il fratellastro di Jenna e di scoprire qualcosa, di capire se davvero egli sia il colpevole o se sappia cose che possano aiutarla. I suoi sospetti, infatti, non si concentrano solo sul solitario ragazzo, ma anche e soprattutto su Ian, in seguito al video che lo ritraeva con Alison nella sera della sua scomparsa. A tal proposito, cerca di convincere sua sorella che il marito non è proprio cristallino come crede. Ma Melissa si arrabbia e le due litigano a non finire.
Intanto Hanna comincia a conoscere meglio Caleb e scopre che il ragazzo è scappato dalla famiglia a cui era stato dato in affidamento e che vive nella biblioteca della scuola. In realtà, cominciano a farsi evidenti i suoi sentimenti nei confronti di Caleb.
Alla fine della puntata, Melissa rivela di aspettare un bambino da Ian, cosa che, ovviamente, gela all’istante Spencer.
La prossima settimana assisteremo all’incontro tra Mr. Fitz e il padre di Aria e alla preoccupazione della ragazza in merito ad esso. Vedremo, anche, come Hanna si avvicinerà sempre di più al tenebroso Caleb, indecisa se lasciarsi andare oppure no.

Francesca Maceroni

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.