Stasera su Rai1 La mafia uccide solo d’estate: le anticipazioni del 28 novembre 2016

Dopo l’ottimo esordio in termini di ascolti, torna oggi 28 novembre 2016, La mafia uccide solo d’estate, la serie tratta dal film di Pif che ha conquistato anche il pubblico di Rai1. Più di 6 milioni di spettatori per il primo episodio la scorsa settimana. Anche con la serie La mafia uccide solo d’estate, come aveva fatto con il suo film, Pif ci vuole regalare un diverso punto di vista della Sicilia degli anni in cui la mafia, muoveva i suoi passi più cruenti. Questa volta però, per tutta la serie, il punto di vista non sarà quello di un giovane siciliano che cresce, ma quello di un bambino, che vive in una famiglia semplice, una famiglia che non vorrebbe avere nessun rapporto con la mafia ma che, per le circostanze strane della vita, si ritrova molto “influenzata” da alcuni fatti accaduti. Vediamo quindi le anticipazioni con la trama per la seconda puntata de La mafia uccide solo d’estate in onda oggi 28 novembre 2016 su Rai1. 

STASERA SU RAI1: LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE, ECCO LA TRAMA PER LA SECONDA PUNTATA IN ONDA OGGI 28 NOVEMBRE 2016

Nel primo episodio il giornalista antimafia Mario Francese va a scuola di Salvatore a raccontare in cosa consiste il suo lavoro. Salvatore grazie a lui scopre il lato più oscuro di Palermo e quando il giornalista propone ai ragazzi di cimentarsi in un’inchiesta, decide di trattare la mancanza d’acqua a Palermo. Il giorno prima della presentazione del progetto però Mario Francese viene ucciso. Nel frattempo Lorenzo non ottiene il mutuo e il sogno di comprare casa per il momento svanisce. Salvatore intanto decide di dare anche una svolta alla sua vita sentimentale e si fidanza…
Nel secondo episodio Zio Massimo ha un’idea per svoltare: vendere i terreni della Rocca Busambra che sono di proprietà del padre Tore. Tutta la famiglia si reca in pellegrinaggio a Ficuzza per convincere il nonno a vendere. Ma il nonno è irremovibile. Il fatto è che dietro quei terreni si nasconde un terribile segreto che ha che fare con la sua storia personale e con quella di tutta la Sicilia.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.