I Medici 3 ci sarà: nella terza stagione la storia di Lorenzo il Magnifico continua fino all’arrivo di Savonarola

In questa occasione non c’è una domanda senza una risposta ma una certezza: la terza stagione de I Medici ci sarà. Il terzo capitolo infatti era previsto nella narrazione: il pubblico che ha seguito con passione le vicende della famiglia Medici, ha avuto modo di celebrare con Lorenzo Magnifico il gran finale nell’ultima puntata de I Medici 2 ma continuerà a seguire le gesta del nuovo signore di Firenze anche nella prossima stagione. I Medici 3 è già in lavorazione e probabilmente potremo vedere la serie la prossima stagione televisiva, facendo si che il pubblico non debba aspettare moltissimo, come è capitato invece con la seconda serie ( cosa che potrebbe raffreddare l’entusiasmo facendo perdere altri spettatori). Come dicevamo, la serie è già in lavorazione: le riprese sono iniziate a fine agosto a Villa Giulia, a Roma, e nelle settimane successive si sono spostate a Santa Severa, a Caprarola ed a Viterbo. Dietro la macchina da presa Christian Duguay ha preso il posto di Jon Cassar, mentre nel cast ci saranno delle interessanti novità. 

La maggiore novità è dettata dall’arrivo di un nuovo protagonista nella serie: parliamo di Girolamo Savonarola, che fa parte di questa storia, interpretato dal bravissimo Francesco Montanari, un altro dei migliori attori italiani su piazza.  Oltre a Montanari, nel cast vedremo anche Neri Marcorè e Gaia Weiss.

I MEDICI 3: LORENZO IL MAGNIFICO E IL PREDICATORE GIROLAMO SAVONAROLA 

Savonarola asseriva di aver avuto il dono della profezia. Nei suoi scritti sviluppa una vera e propria teologia della profezia cristiana e annuncia chiaramente in nome di Dio i flagelli per l’Italia e per la Chiesa: “...In questi tre modi abbiamo avute e conosciute le cose future, alcune in uno alcune in un altro; benché in qualunque di questi modi io le abbia avute, sempre sono stato certificato della verità per el lume predetto. Vedendo lo onnipotente Dio multiplicare li peccati della Italia, massime ne li capi così ecclesiastici come seculari, non potendo più sostenere, determinò purgare la Chiesa sua per uno gran flagello.” E Savonarola sarà il nuovo nemico di Lorenzo il Magnifico: inizierà a predicare a Firenze, prevedendo sciagure e problemi per la Repubblica. Il popolo inizierà a credere alle sue parole tanto che si arriverà alla cacciata dei Medici nel 1494, solo un paio di anni dopo la morte di Lorenzo il magnifico.

La famiglia Medici si affidò al successore di Lorenzo, salì al comando di Firenze suo figlio Piero (1472-1503), educato fin dall’infanzia a ricoprire tale ruolo. Tutti gli occhi della città erano puntati su di lui, ed è chiaro come tutti cercassero di capire se avesse la stoffa o meno per essere all’altezza dell’incarico che ricopriva. La pace mantenuta da Lorenzo se ne andò con la sua morte e già due anni dopo Carlo VIII di Francia scendeva in Italia con il suo esercito. La crisi travolse Piero: intimorito dal sovrano e dall’esercito francese acconsentì a qualsiasi richiesta, regalando quattro piazzeforti sui confini di Toscana e spalancando le porte del regno (i cronisti più a lui avversi diffusero anche la notizia che avesse baciato le babbucce del re inginocchiandosi). Accusato di viltà e debolezza venne cacciato dalla città con una sentenza datata 9 novembre 1494. La città allora divenne uno stato “teocratico” governato da Savonarola. Il trionfo del frate domenicano però fu di breve durata: travolto dalle lotte tra le fazioni e soprattutto sopraffatto dall’opposizione con Papa Alessandro VI, venne scomunicato e condannato al rogo. Intanto la Repubblica navigò in cattive acque per la difficile situazione internazionale.

Dopo la morte di Piero, annegato nel Garigliano nel 1503, l’autorità di capo della famiglia passò al cardinale Giovanni de’ Medici, che rientrò a Firenze nel 1512 dopo aver sconfitto i francesi di Luigi XII, alleati di Firenze. Con Giovanni rientrano a Firenze suo fratello Giuliano e il figlio dello sfortunato Piero, Lorenzo, che, ora ventenne, non vedeva la sua città da quando era poco più che in fasce.

Tutto questo e molto altro sarà raccontato nella terza stagione de I Medici. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.