Pomeriggio 5, omicido Melania Rea visto da Salvo Sottile

Qualche minuto fa nel salotto di Barbara D’Urso si è parlato dell’omicido di Carmela Melania Rea. Un ospite speciale, Salvo Sottile, il conduttore di Quarto Grado, ha provato a spiegare, insieme agli altri giornalisti che seguono sin dall’inizio il caso, cosa può essere successo quel maledetto giorno di metà aprile. Chi ha ucciso Melania Rea? Quali sono le ultime notizie? “E’ una storia tutta da chiarire, forse il magistrato sta utilizzando la strategia della lumaca, si cerca piano piano di far cadere in contraddizione Salvatore Parolisi. I punti oscuri sono tanti.” Queste le parole di Salvo Sottile. I misteri non mancano e quella che sembrava una coppia perfetta si è invece rivelata una coppia controversa. E se anche Melania avesse avuto un amante? Si fa avanti anche questa ipotesi.

Lo abbiamo già detto tante volte: nessuno ha visto quel giorno Melania, nessuno se la ricorda in quel boschetto e il dubbio che non ci sia mai stata è evidente. Perchè poi raccontare che il matrimonio era perfetto? Si sapeva che la verità sarebbe venuta fuori.

Una donna però c’era stando ai testimoni: corporatura media, castana, con gli occhiali, mahlia turchese e jeans…Una descrizione più precisa di così non si poteva avere! E le testimonianze non mancano. Questa donna misteriosa è stata vista mentre invece Melania non era lì. Una donna c’era intorno alle 15,40 e stava giocando con dei bambini all’altalena. Questo è quello che racconta uno dei testimoni a Pomeriggio 5.

Barbara D’Urso sottolinea poi il fatto che questa misteriosa donna potrebbe andare alla polizia a dire qualcosa magari ha visto anche lei qualcosa e potrebbe essere utile.

Per Salvo Sottile infatti bisognerebbe capire se Carmela sia mai stata in quel luogo. Salvatore era nel boschetto sa solo con la sua bambina? Questo sarebbe importante da capire. Inoltre Salvo ricorda che molto probabilmente Melania sapeva delle relazioni di suo marito e già in passato lo aveva perdonato. Secondo lui la risposta all’omocidio è da cercare nell’ambiente familiare e in quello della caserma.

Mario Adinolfi invece pensa che ci siano poche certezze da parte della magistratura e che quindi si voglia far passare Salvatore Parolisi come carnefice mentre invece la soluzione è molto più complicata. E infatti la D’Urso ricorda che la famiglia di Melania Rea non ha mai dubitato di Parolisi.

Seguici anche su Instagram

One response to “Pomeriggio 5, omicido Melania Rea visto da Salvo Sottile

  1. Alle 15,40 ormai Melania era morta, e l’assassinio aveva avuto tutto il tempo di spostarsi in auto da Ripe di Civitella del Tronto (TE), a Colle San Marco (AP), che nonostante il cambio della targa di provincia, sono due località a pochi chilometri l’una dall’altra. Si dice che sarebbe stata vista da alcuni a quell’ora una donna dalle caratteristiche somatiche molto diverse da Melania, giocare con alcuni bambini all’altalena. Se il dato è vero, è una semplice coincidenza, e ciò non equivale a dire che giocasse con la piccolissma Vittoria, figlia della coppia. Pertanto la versione dei fatti, fornita da Salvatore, che fa acqua da tutte le parti, è supportata unicamente dalle sue informazioni, che potrebbero ben essere molto interessate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.