La notte degli chef: ha vinto Matteo Arisi nonostante tutto

La terza ed ultima puntata de La notte degli chef, il programma di Alfonso Signorini a metà tra ricette di classe e gara di gusto e critiche, è andata in onda ieri sera e ha decretato lo chef vincitore. Ha vinto Matteo Arisi la prima edizione de La notte degli chef, sembra senza deludere nessuno, soprattutto i tre giudici che hanno eletto all’unanimità il più giovane tra i tre finalisti senza alcuna consultazione.

I tre master chef, Davide Oldani, Fulvio Pierangelini e Gennaro Esposito, sono arrivati tutti fino in fondo,magari per tenere alta la gara, ma i tre critici sono comunque apparsi sempre all’altezza di ogni situazione, battibecchi compresi. Infatti, anche durante l’ultima puntata de La notte degli chef, proprio quando erano ormai i tre finalisti che si accingevano a preparare le rispettive ricette, impegnati tra un primo piatto, un secondo e l’atteso dolce, il meno silenzioso dei maestri in cucina, Oldani, non ha esitato a discutere con Alessandro Borghese.

Nonostante tutto è stato proprio il suo “allievo” a vincere e a conquistare il premio di 50.000 euro, oltre alla possibilità di Matteo di accettare uno stage di sei mesi nel ristorante del suo mentore.

Matteo Arisi si è scontrato con Giorgio Bolletta, chef del maestro Gennaro Esposito, battendolo anche grazie alla fortuna di avere scelto a coperchio chiuso gli ingredienti più compatibili tra loro. Il boccone più amaro è invece toccato a Pierangelini, sembra a causa di un pizzico di sale in più finito in quella che sarebbe dovuta essere una strepitosa mousse.

Perfetti in cucina e come aiuto chef sia Iva Zanicchi che Emanuele Filiberto, poco adatta alla situazione Valeria Marini, che evidentemente non aveva ben chiaro quale fosse il suo ruolo all’interno del programma.

Chissà se ci sarà una seconda edizione e un secondo vincitore de La notte degli chef?

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.