Maria Teresa Ruta a Storie Italiane, la violenza subita la fa soffrire ancora oggi (Foto)

A Storie Italiane Maria Teresa Ruta ha confidato quanto è difficile parlare di una violenza subita anche a distanza di tanti anni (foto)
Maria teresa ruta storie italiane

Ospite a Storie italiane Maria Teresa Ruta oggi è tornata da Eleonora Daniele per parlare della violenza subita quando era giovanissima (foto). Non è la prima volta che ne parla ma è importante continuare a farlo, anche perché lei, viste le notizie di cronaca drammatiche e continue, ha molto da dire, iniziando dalla difficoltà per una donna nel parlarne. “Sapete quanto tempo ci vuole a metabolizzare una violenza, è una cosa drammatica… Noi mamme dobbiamo educare al rispetto, all’amore, con i maschi non facciamo questi discorsi, non basta vedere come si comporta un padre”. La Ruta parla della sua terribile esperienza e aggiunge l’esperienza di donna matura, di mamma, ricorda però quei momenti, impressi nella sua mente da più di 40 anni: “Ci ho messo tanto a tirarlo fuori perché mi vergognavo, non volevo dare un dispiacere alle persone che mi amano”.

IL DRAMMATICO RACCONTO DI MARIA TERESA RUTA, LA VIOLENZA SUBITA

“Erano le 2 del pomeriggio del 14 agosto e stavo tornando in quella stanza che avevo preso in affitto, avevo 19 anni, sono passati 40 anni e ancora adesso è una cosa che mi devasta e non ci devo pensare”. Una violenza che confessa l’ha segnata per sempre. Pensa che anche gli uomini che non sarebbero mai capaci di tale violenza non possano comprendere cosa significhi per una donna. Quel giorno volevano derubarla, le hanno tolto la borsa, gli orecchini, racconta che in quei 20 minuti le hanno strappato la camicia, hanno tentato di violentarla. “Per fortuna avevo i jeans strettissimi, non c’erano ancora quelli elasticizzati”. Ha iniziato a urlare, a dare calci, a un certo punto una signora ha sentito urlare e ha picchiato forte al portone, così sono scappati ma dopo averla picchiata; lei era ormai svenuta.

“Si perde un po’ di dignità, perdi un po’ di fiducia in te stessa… Mi sono colpevolizzata, quanti dubbi… quante angosce… ho comprato un cappottone lungo che non ho tolto per anni…”. Non mette mai gonne corte per andare in giro, solo cose lunghe che la coprono. “Siamo in una società in cui ognuno si fa i fatti propri, hanno paura”. Cerca di aggiungere tutti i punti importanti per aiutare le donne, per migliorare una società che non permette ancora alle donne di essere libere davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.