Morgan chiama a La Vita in Diretta e attacca il manager di Bugo e… Amadeus!


Continua la saga di Morgan e delle sue più o meno improbabili ospitate in varie trasmissioni televisive alla ricerca delle (sue) verità su quanto accaduto lo scorso giovedì sul palco del Teatro Ariston durante il Festival di Sanremo 2020. Il cantante è già stato ospite di LIVE Non è La D’Urso, è intervenuto almeno due volte a Vieni da Me e di certo non poteva farsi mancare un nuovo coup de théâtre a La Vita in Diretta. Morgan ha telefonato in diretta nello show di Alberto Matano e Lorella Cuccarini per intervenire in un talk proprio incentrato sulla squalifica del brano di Bugo.

I due padroni di casa non avevano previsto l’intervento di Morgan e lo accolgono in diretta senza pensarci su due piedi. Il comizio di Marco Castaldi si apre con una impietoso paragone fra il suo testo modificato e il mondo rap: “Il Festival è iniziato con polemiche sui testi dei rapper, che hanno un linguaggio non accettabile. Loro non sono dei poeti e i loro testi non dovrebbero essere pubblici. Io invece, che sono una persona che si esprime con testi poetici, ho un mio linguaggio ma non ho avuto una reazione violenta o volgare, ma poetica. Ho raccontato una verità.. una verità che ha addirittura shockato… Pensate da quanti anni erano che non si dice la verità nei testi!”.

Morgan a La Vita in Diretta: frecciatina ad Amadeus

Il cantante “poeta” Morgan ha preso di petto una annotazione dei conduttori de La Vita in Diretta per rinfacciare alla Rai che grazie al suo gesto scellerato, Sanremo ha trovato nuovi temi di cui far discutere: “Ora Amadeus si lecca i baffi! Perché grazie a questo gesto ha fatto pure un sacco di ascolti! Tutto questo è un successo per Amadeus! Anche per questo, mica la mia è stata una cosa oltraggiosa… Non è mica fuori dalle regole, magari fuori dal regolamento. E il regolamento del Festival non è la Legge Italiana.“. Peccato che qui nessuno stia condannando Morgan alla galera…

Morgan a La Vita in Diretta: attacco a Soave, manager di Bugo

Ma le stoccate di Morgan potevano fermarsi a rapper e kermesse? Ma neanche per scherzo. Il cantante ne ha avute anche per Valerio Soave, il manager di Bugo: “La situazione con Bugo era complessa e riguarda pure Soave. Diciamo che si poteva gestire in vari modi: si poteva sedare o arrivare ad accordi momentanei… Invece Soave ha scelto di buttare benzina sul fuoco e queste sono le conseguenze. Ma lui ora deve ringraziarmi perché adesso sta facendo il grano! Bugo non esisteva prima del Festival e io gli ho dato vita…“.

A quel punto, Alberto Matano ha dato diritto di replica a Soave di rispondere alla accuse fatte da Morgan ma l’artista-poeta ha continuato ad accavallarsi alla parole del pacato manager alludendo a presunte percosse subite proprio da Soave. Il manager ha sonoramente smentito.

E dunque perché Morgan e Bugo hanno duettato a Sanremo nonostante le presunte percosse, si chiede giustamente Matano. Soave risponde che i due artisti erano d’amore e d’accordo fino alla serata delle Cover di Sanremo 2020: solo in quella sede Morgan avrebbe inasprito i rapporti con Soave e Bugo a causa degli arrangiamenti respinti dall’orchestra (secondo Morgan respinti a causa di pressioni di Soave).

Leggi altri articoli di Programmi TV

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close