Alex Belli e la fidanzata bloccati e spaventati a Cuba chiedono aiuto a Pomeriggio Cinque (Foto)

In collegamento con Pomeriggio Cinque da Cuba oggi Alex Belli e Delia Duran hanno raccontato a Barbara D’Urso che sono bloccati, non possono rientrare in Italia, non ci sono voli ma non è questa la cosa peggiore, c’è altro che li preoccupa (foto). Osservando il profilo social dell’attore non sembrava fosse così in ansia invece in diretta su Canale 5 lui e la fidanzata hanno raccontato che sono bloccati da più di un mese e che la situazione è adesso davvero grave. L’emergenza sanitaria che viviamo in Italia riguarda tutti, la pandemia sembra avere mosso il governo cubano con un decreto in cui chiede a tutti i turisti di spostarsi in due strutture per poi tornare nei loro Paesi. Alex Belli racconta che sono migliaia i turisti presenti e che non sono certo gli unici italiani a Cuba. “Il problema è che non ci sono voli, solo due per il momento e sono già pieni, inoltre i pochi posti rimasti sono a prezzi improponibili”.

ALEX BELLI E LA FIDANZATA A CUBA HANNO PAURA MA NON POSSONO TORNARE IN ITALIA

Alex Belli evidenzia che riunire le tante persone, migliaia di turisti, italiani e non solo, è l’errore più grande, è l’errore che farebbe aumentare in breve tempo i contagi, non è difficile da immaginare. L’attore non riesce a comprendere come possa essere possibile una scelta del genere, come il governo cubano con l’esempio che ha osservando l’Italia possa immaginare che tutti i turisti presenti a Cuba si spostino in due strutture.

Se è vero è chiaro che il governo voglia tutelare il proprio Paese senza badare ai turisti. Barbara D’Urso ascolta l’appello di Belli ma non può fare altro. Alex e Delia non sono gli unici italiani che vorrebbero tornare a casa ma non possono. Sono tante le storie drammatiche di chi è bloccato fuori dall’Italia ma Cuba sembra spaventare più di ogni altra Nazione. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.