Il perdono di Asia Argento verso sua madre fa piangere Silvia Toffanin (Foto)

Asia Argento a Verissimo racconta di sua madre, delle violenze subite ma anche del perdono in punto di morte. Silvia Toffanin piange più volte durante l’intervista di Asia Argento, si commuove perché ha perso anche lei sua madre da poco tempo ma anche perché sono forti i racconti dell’attrice, le sue emozioni sono ancora sulla pelle. “Sei dolce Asia” e l’attrice la ringrazia perché Silvia Toffanin le è stata accanto. La Argento ha confidato delle volte che sua madre la cacciava di casa di notte, aveva solo 9 anni; delle botte prese, e di quando a 14 anni, il giorno dopo il suo compleanno, l’ha portata in tribunale perché non la voleva come figlia. Ha sofferto tanto da bambina, da ragazzina, spiega così anche il perché delle sue reazioni da adulta, della sua fragilità, della sua incapacità di reagire alle violenze.

ASIA ARGENTO HA PERDONATO SUA MADRE

Nonostante tutto Asia Argento in punto di morte ha perdonato sua madre, l’ha fatto perché la stava perdendo, perché era lei che l’aveva messa al mondo, ma anche perché aveva dato ai suoi figli tutto quello che non aveva dato a lei. Era stata una nonna meravigliosa. Silvia Toffanin è in lacrime davanti a quel perdono ma anche conoscendo il dolore per l’assenza di una madre.

“Al futuro non ci penso mai…” ed è la voce di Anna Lou. La figlia di Asia Argento legge il libro della sua mamma, sono le parole della maternità. Asia è in lacrime anche Silvia lo è di nuovo. Sono parole meravigliose che l’attrice e regista ha scritto per i suoi figli e sentirle da sua figlia è un’emozione unica. 

“Con la chiusura del libro la dipartita di mia madre e io mi vergognavo e non volevo che i miei figli mi vedessero star male ma quando ho accettato di avere perso mia madre il rapporto con i miei figli è diventato ancora più bello. Loro sono di una dolcezza incredibile con me e vorrei che diventassero degli adulti che hanno avuto una bella infanzia e se la sono vissuta tutta. Non so cosa ho fatto per meritarli”. 

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.