Lory Del Santo picchiata dall’ex compagno: era Capodanno, le ha rotto un dito

C’è stato un uomo violento nella vita di Lory Del Santo, non dice il suo nome ma a Oggi è un altro giorno racconta che è stata gravemente picchiata ma non l’ha mai denunciato. Una storia durata un anno e Lory Del Santo racconta che aveva il viso tutto nero, tumefatto per uno schiaffo dato per un ritardo per un aperitivo. Non esiste motivazione, niente che possa giustificare la violenza ma Lory Del Santo non l’ha capito subito e spiega anche il motivo. Non ha fatto nessuna foto, non voleva prove, ha paura della vendetta e non voleva dire cosa era accaduto. Ha pensato di denunciarlo ma alla fine ha trovato la sua soluzione, il modo di lasciarlo, ci è riuscita. Ha capito come fuggire e ha ritrovato la serenità.

Lory Del Santo, la madre le diceva che tutti gli uomini hanno difetti

Racconta che gli ha dato più possibilità, l’ha fatto per ben quattro volte o forse anche di più perché non capiva: “Ci vuole esperienza anche in queste cose. Mia madre mi diceva che tutti gli uomini hanno difetti e che io non mi potevo lamentare sempre altrimenti tutte le relazioni si sfasciano”.

Una storia durata quasi un anno, la definisce terrificante. Lory Del Santo forse ha avuto paura anche di essere uccisa, una volta racconta che erano in Polinesia, in vacanza insieme, era di notte e lui la rincorreva, un incubo. Era l’ultimo dell’anno, era Capodanno e tutto è iniziato perché mentre erano insieme sul pedalò e lui raccontava di un amico lei l’ha interrotto. “Si è arrabbiato e da lì la fine, mi ha detto ‘mi hai rovinato l’ultimo dell’anno’, mi ha dato un calcio e mi ha rotto un dito, poi il calcio nella schiena…. Un incubo”.

La violenza non conosce ceto sociale, sottolinea Serena Bortone. Lory Del Santo ripete che nel suo caso non c’era motivazione ma la realtà è che non c’è mai una motivazione per la violenza. Lei è scappata da quella relazione, ha trovato il modo per interrompere, ma in realtà ha capito che quell’uomo non poteva e non doveva essere giustificato.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.