Alberto Matano dopo lo stop al DDL Zan: “Le discriminazioni mi fanno male, le ho vissute sulla mia pelle”

alberto matano la vita in diretta

Una giornata per riflettere quella di oggi, anche se purtroppo, le parole della gente comune, delle persone che hanno subito sulla loro pelle le discriminazioni, non serviranno a molto. Perchè purtroppo chi ci governa, con l’affossamento del DDL Zan ha dimostrato che la modernità con la quale si etichetta il nostro paese, non è valida per le questioni di genere e per le minoranze. Non è valida per chi viene discriminato perchè invalido, perchè gay, perchè trans o per qualsiasi altro motivo. Ce lo ricorda anche Alberto Matano, che dopo Antonella Clerici si unisce ai conduttori che oggi hanno speso delle parole sul DDL Zan e sul fatto che la legge non sia passata e sia stata affossata. Il conduttore de La vita in diretta, dopo aver mostrato dei servizi in cui si parlava di persone che hanno subito sulla loro pelle discriminazioni, ha detto la sua, raccontando di sapere che cosa si prova a sentirsi discriminato, lui che lo ha passato sulla sua pelle. E non solo quando era più giovane, visto che di tanto in tanto anche nel mondo della tv si va “a caccia” del conduttore o del giornalista gay, come se nel 2021 dovrebbe interessarci o fare la differenza. Il DDL sarebbe servito anche a questo, a smettere di dare delle etichette magari, a guardare avanti. Ma ci siamo fermati. Purtroppo.

Le parole di Antonella Clerici da E’ sempre mezzogiorno

Le parole di Alberto Matano da La vita in diretta

Il conduttore quindi ha colto l’occasione per fare una riflessione, dopo i servizi andati in onda nella puntata de La vita in diretta di oggi. E ha spiegato: “Queste situazioni mi fanno particolarmente male. Perché le ho vissute anche io, sulla mia pelle, da adolescente e so cosa significa”. Dopo Antonella Clerici nella stessa giornata anche Alberto Matano ci ha messo la faccia, dando anche una sua testimonianza, senza cadere nella retorica ma con quelle parole giuste dette al momento giusto. “Mi auguro che con il contributo di tutti, su un tema così importante, ci possa essere un supplemento di riflessione. Lo dobbiamo anche a quelle persone che abbiamo appena visto” ha detto il conduttore de La vita in diretta.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.