Rita Pavone, un’intrusa rovinò la sua famiglia

rita pavone padre

Rita Pavone è più in forma che mai, nella prima puntata di All Together Now ieri sera era la più decisa, diretta, poca importanza ai contorni, un concorrente la emoziona o non la emoziona quando canta, il resto non conta. Energica, irresistibile e rock, così ha introdotto la sua intervista ieri pomeriggio Silvia Toffanin a Verissimo. Un vero vulcano Rita Pavone tra energia e simpatia e poi la sua voce. “Sono in un bel momento della mia vita, abbiamo sofferto molto ma finalmente ci incontriamo di nuovo e devo dire che le cose stanno andando bene e nel modo giusto. Sto lavorando, ci sto lavorando perché l’anno prossimo sono 60 anni di carriera”. Un bel po’ di anni fa sembrava dire addio per sempre la sua musica poi per fortuna è tornata.

Rita Pavone: “Mi vedo sempre più simile a mia madre e questo mi fa una grande tenerezza”

La madre e il padre hanno fatto tanti sacrifici, il papà ha costruito la sua carriera perché credeva nelle sue capacità. La mamma invece aveva paura di quel mondo, pensava fosse un mondo cattivo. “Se è intelligente non ci riusciranno” era la difesa del padre che la vedeva già cantante famosa. Si è anche licenziato per seguire sua figlia, ma fu per lui drammatico, per tutti drammatico, da lì un’intrusa, come la chiama Rita, ha rovinato la sua famiglia dopo tanti anni di matrimonio. Alla fine suo padre è rimasto da solo e Rita Pavone ha anche perso una grande occasione di lavoro in America. Aveva solo 19 anni, si diventava maggiorenni a 21 anni: “Io mi resi conto che c’era una situazione un po’ strana e ho dovuto rinunciare non ero maggiorenne, mio padre non mi volle dare una governante che mi seguisse, voleva lo facesse mia madre perché lui aveva già una compagna ma non lo sapevamo”.
Con la madre ne ha parlato solo dopo che si è saputo tutto, sua madre le disse che avrebbe dovuto dirlo ma per una figlia non è mai semplice.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.