Paola Perego 30 anni di attacchi di panico: “La mia sensazione è che arrivi tutto dalla famiglia”

paola perego attacchi di panico

Paola Perego aveva solo 16 anni quando ha avuto il primo attacco di panico, un’età davvero precoce ma purtroppo è una realtà. “Il primo attacco di panico non si dimentica mai”, sono le parole di Paola Perego che a Storie Italiane ripercorre velocemente i 30 anni di sofferenza. Non bisogna vergognarsi di dire che si soffre di attacchi di panico perché non è un capriccio, è un vero e proprio disturbo e bisogna curarsi, c’è bisogno di aiuto. La paura di avere un attacco di panico ostacola tutta una serie di comportamenti per la paura e la vergogna di averne un altro. E’ la paura di essere giudicati, anche questo bisogna cambiare perché bisogna comprendere che un attacco di panico è come un mal di testa e si deve potere dire.

Paola Perego a Storie Italiane

Oggi si sono fatti dei passi avanti proprio perché si conosce questo problema ma 30 anni fa quando è accaduto alla Perego si curava come esaurimento nervoso. Non è sempre facile trovare il medico giusto e la terapia giusta ma se ne esce. Anche suo figlio a 18 anni ha avuto un attacco di panico ma in un anno e mezzo ne è uscito.
“Conoscendomi ho iniziato a capire il problema”. Confida che tornava a casa e stava con un’estranea, era lei. Confessa che credeva di potere essere l’unica a risolvere tutti i problemi delle persone a lei care. Quando ha capito che non poteva e non doveva mettere tutto sulle sue spalle ha iniziato a fare un primo passo.

Più volte Paola Perego ha raccontato degli attacchi di panico, dei tanti anni di sofferenza, del lavoro che continuava a portare avanti con l’aiuto dei farmaci. Non si vergogna più, è uscita allo scoperto e adesso desidera aiutare gli altri. “Serotonina, stile di vita sano” sono le prime scelte da fare, anche camminare tutti i giorni all’aria aperta, fare sport, è importante.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.