Teresa Langella vittima di molestie denuncia tutto per la prima volta

teresa langella verissimo

Sarà la magistratura a provare se quello che raccontano Teresa Langella e altre donne corrisponde a verità ma è a Verissimo che l’ex protagonista di Uomini e Donne per la prima volta denuncia in tv le molestie subite. E’ accaduto tutto prima della partecipazione a Uomini e Donne, prima che Teresa Langella trovasse l’amore nel suo Andrea. Nello studio di Verissimo è molto agitata, confessa che soffre di ansia, non sta bene, è difficile per lei ricordare l’intervento al seno, la mastoplastica additiva, il medico che si occupava di lei, che l’ha operata. Il primo intervento non andò bene ma la Langella scelse di fidarsi ancora di quel medico, perché pensava conoscesse bene le reazioni del suo corpo, non dubitava di lui, si era affidata a lui. “Le visite non si fermavano solo al seno perché lui era dell’idea che anche altre ghiandole del mio corpo erano legate al seno” è così che Teresa Langella racconta delle molestie subite. Non c’è bisogno di scendere nei dettagli, è spaventata alla sola idea di doverlo fare. Bastano quei pochi ricordi a metterle altra ansia, poi il messaggio scritto ai suoi genitori.

Teresa Langella solo oggi ha il coraggio di raccontare le moleste subite

Non ha mai avuto il coraggio di raccontare, nemmeno alla sua migliore amica, si sentiva in colpa. E’ stata contattata poi dalla polizia giudiziaria per altri cause, solo come persona informata, e l’agente l’ha vista agitata e ha capito che c’era altro. Da lì Teresa ha capito che non era l’unica ad avere subito molestie da quel medico.

Ha avuto la forza di scrivere un post sui social ha chiesto perdono ai suoi genitori per non averlo fatto prima. Silvia Toffanin legge quel messaggio e Teresa Langella non regge, scoppia a piangere. “La verità è che io sono qui ma ancora un po’ mi vergogno, provo a fare la dura, voglio essere forte, devo essere forte perché non è giusto che una donna…”. Il suo. È un messaggio alle donne. Sa cosa significhi tenere tutto dentro e sentirsi sporche per qualcosa che non si è commesso. E’ il carnefice, il mostro, chi mente, chi approfitta che deve vergognarsi, non chi subisce.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.