X Factor 2020: BLIND conquista i giudici con Cuore Nero, il video

Dopo due puntate dai risultati d’ascolto davvero molto magri (solo 600mila spettatori su Sky Uno), X Factor 2020 chiude la fase delle Audition nella terza puntata andata in onda giovedì 1 ottobre. In questa ultima tranche di esibizioni a piacere, abbiamo visto avvicendarsi al cospetto dei quattro giudici Mika, Hell Raton, Manuel Agnelli ed Emma Marrone una passerella di aspiranti concorrenti più o meno presentabili. Un trend pienamente confermato anche in quest’ultima Audition è quello della quasi totalità di brani inediti presentati dai concorrenti invece delle cover.

E sempre per questa ragione, l’esibizione più apprezzata dai giudici e anche sui social in questa terza puntata è stata quella di BLIND: un giovanissimo artista perugino che si è presentato sul palco con una camicia a fantasia, una t-shirt gialla e tanti tatuaggi. Guarda il video qui sotto.

X Factor 2020: BLIND canta Cuore Nero, il video

BLIND, all’anagrafe Franco Rujan, ha 20 anni ed ha raggiunto gli studi capitolini di X Factor 2020 dalla periferia di Perugia. Nella sua scheda di presentazione, il ragazzo raccontato di aver vissuto un passato difficile e di aver frequentato amicizie sbagliate che lo hanno portato irrimediabilmente sulla cattiva strada. Franco è riuscito a recuperare il tempo perduto focalizzandosi soprattutto nella sua passione per la musica.

Davanti ai giudici, BLIND ha presentato il suo brano inedito “Cuore nero”: un brano con cui racconta proprio di quel un periodo buio della sua vita e di come è riuscito a superarlo grazie all’aiuto di una nuova conoscenza molto intima.

Il primo commento della giuria è quello di Emma Marrone: “Ne conosco tanti come te che arrivano dalla periferia, con un passato bello tosto, pieno di problemi, che si presentano come dei duri ma poi quando hai iniziato a cantare sei diventato un cuccioletto. Il tuo pezzo mi è piaciuto molto“.

Mike le fa eco: “Senza saperlo, tu hai provato a mostrarti un duro ma hai fatto la cosa giusta e hai lasciato uscire la tua personalità, in maniera naturale. Con la musica non hai bisogno di difenderti”.

Manuel Agnelli ed Hell Raton si complimentano anche loro per gli stessi motivi sottolineando, inoltre, l’assenza di auto-tune nel corso della performance (sebbene online molti hanno rimarcato la presenza di questo “aiutino” in varie strofe).

Tutto d’accordo: BLIND riceve quattro “sì”. Lo rivedremo ai Bootcamp.

Seguici anche su Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.