La dieta idratante per essere belle e sgonfie

La dieta idratante è perfetta per sentirci sgonfie e soprattutto belle. Per depurarsi e reintegrare l’equilibrio idrico del nostro corpo è necessario seguire un’alimentazione corretta e, soprattutto, indicata, per due settimane. Occorre, quindi, consumare un limitato contenuto calorico dei cibi, ma dall’elevato potere saziante.Una dieta idratante è l’ideale per assicurare l’apporto di indispensabili sali minerali e vitamine. Aiuta, infatti, a mantenere la pelle bella ed elastica. Inoltre, gli inestetismi come la ritenzione idrica, o il gonfiore localizzato, vengono tenuti sotto controllo. E’ una dieta che fornisce 1.250 calorie. L’insalata o la frutta previste vanno consumate all’inizio del pasto. E’ consigliabile, inoltre, bere almeno un litro e mezzo di acqua oligominerale naturale al giorno e condire i pasti con  2 cucchiai di olio extra vergine di oliva e mezzo cucchiaino di sale.
Vediamo come si presenta la dieta durante la settimana.

Intanto, tutti i giorni a colazione bevete una tazza di latte scremato con 30 g di biscotti secchi. Come spuntino un succo di frutta senza zucchero. A merenda, invece, uno yogurt magro.

Lunedì. A pranzo un insalata di riso con piselli, carote, pomodori, peperoni, ( 40 g ciascun ingrediente) un uovo. 50 g di riso.
Per la cena mangiate un’insalata di radicchio e zucchine fresche; 100 g di bresaola condita con limone; contorno di verdure alla griglia condite con prezzemolo e limone.

Martedì. A pranzo un’insalata con  mezzo finocchio, 100 g di acciughe fresche o alici, mezzo peperone rosso, 20 g di olive, succo di limone. A cena un’insalata di carote e finocchi senza condimento; un piatto di zuppa di cereali condita con 2 cucchiai di parmigiano; 200 g di macedonia di frutta fresca condita con limone.

Mercoledì. 70 gr di pasta fredda condita con gramigna rossa per pranzo; verdure griliate a vostro piacimento.
A cena, invece, un’insalata di sedano e ravanelli; 100 g di carpaccio di manzo condito con scaglie di grana e rucola.

Giovedì. Per pranzo un’insalata con mezza scatola di ceci al naturale oppure di chicchi di mais, 150 g di germogli di soia, 100 g di insalatina fresca di stagione; 2 uova sode. A cena, invece, un’insalata di radicchio con zucchine fresche; 70 g di formaggio fresco da spalmare su verdure come sedano, finocchio oppure 250 g di pomodori ripieni con 70 g di formaggio fresco insaporito al basilico, prezzemolo e capperi.

Arriviamo al fine settimana. Venerdì. A pranzo pesce profumato (100 g di platessa , sogliola od orata condita con erbe fresce, olio, cetrioli e maionese light. Per cena, invece, riso allo yogurt ( 50 g di riso, 80 ml di latte, 1 cucchiaino di zucchero, mezzo vasetto di yogurt magro, un baccello di vaniglia.),insalata di sedano e ravanelli.

Sabato. A pranzo un’insalata di verdure grigliate ( mezza melanzana, un peperone, 1 zucchina, 4 mozzarelline, un uovo sodo, un cucchiaino di aceto balsamico, finocchio selvatico). Per cena, invece, un’insalata sedano e ravanelli, 100 g di roast beef con insalata

Infine, domenica. A pranzo mangiare un’insalata di verdure miste preparata con 70 g di caciottina fresca o di scamorza, anche affumicata, tagliata a cubetti e germogli di soia. Per cena una mela e due fette di ananas; un piatto di zuppa di cereali (orzo, farro, avena); uno yogurt magro alla frutta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.