Intolleranza al pomodoro, i sintomi per riconoscerla e come agire

L’intolleranza al pomodoro è una delle intolleranze più conosciute e più diffuse come il lattosio e altre che stanno aumentando sempre di più. L’intolleranza al pomodoro non è facile da gestire in quanto viene utilizzato nella gran parte delle nostre ricette in cucina. Pensiamo al semplice piatto di pasta al pomodoro, ai condimenti, alla pizza e a tutto quello che si può fare in cucina con i pomodori. Quali sono allora i sintomi e come riconoscere l’intolleranza al pomodoro? I sintomi che presenta l’intolleranza al pomodoro sono molto comuni a tutte le altre intolleranze alimentari, chiariamo subito che l’intolleranza è presente sia  per il pomodoro crudo che per quello cotto.

Iniziamo con uno dei sintomi più comuni dell’intolleranza al pomodoro che è sicuramente il dolore addominale e il gonfiore. Poi aggiungiamo un altro sintomo che è l’orticaria, macchie rosse sulla pelle, reflusso gastroesofageo, prurito e spesso qualcuno lamenta gonfiore e rossore alla lingua. Insomma non sono proprio dei sintomi lievi.

Pancia piatta d’estate con gli alimenti da evitare e da consumare – clicca qui

Come fare allora per gestire questa intolleranza al pomodoro? La prima cosa da fare è sicuramente quella di eliminarlo dall’alimentazione. Eliminare quindi sia il pomodoro nella forma cotta sia nella forma cruda per almeno un mese e chiedere al proprio medico di effettuare un protocollo di pulizia intestinale che è necessario se ci è stato un abuso di pomodoro e dei sintomi molti evidenti che hanno confermato il vostro sospetto. Il pomodoro è presente un po’ dappertutto quindi controllate le etichette quando fate la spesa e state attenti anche a delle contaminazioni. Per un mese tenetevi alla larga dal pomodoro. Perché stare male se potete evitare? Preferite la focaccia alla pizza, e scartateli lì dove sono in pezzi tipo nelle insalate o nei condimenti a crudo. Se tolto il pomodoro dalla vostra dieta iniziate a sgonfiarvi e a stare meglio, allora ne farete a meno volentieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.