Sanremo 2011, Al Bano ci ricasca: accusato di plagio


Ebbene sì, il singolo di Al Bano “Amanda è libera”, presentato al festival di Sanremo 2011, sarebbe il plagio di un pezzo del tenore siciliano Jonathan Cilia. La canzona contesa è “Immigration”, dalla quale il cantante pugliese avrebbe copiato 32 battute, o almeno è ciò di cui è accusato dal suo collega. Il rapporto tra i due è vecchio di qualche anno, quando il Cilia mise in contatto con Al Bano per sottoporgli Immigration, appunto. Carrisi, attraverso la sua segretaria, lasciò intendere all’artista siciliano che non era interessato al suo lavoro. Jonathan ha così pubblicato da solo la sua canzone, contenuta nell’album “From darkness to the light” del 2005, che ha avuto buon successo in Canada.

Dopo aver sentito, però, il singolo di Al Bano a Sanremo, l’autore di Immigration dichiara: “Sentire la canzone al Festival di Sanremo mi ha emozionato e ferito al tempo stesso. Avrei voluto essere almeno citato o chiamato a duettare con lui”. Intanto ha già contattato un perito di parte per poter avanzare un’azione legale. Cilia, comunque, non è l’unico ad accusare Carrisi di plagio per il pezzo “Amanda è libera”: alcuni addetti ai lavori avevano già notato una somiglianza alquanto sospetta con un brano del clarinettista Andy Statman, targato 1980.

Non ci resta ora che aspettare la reazione del focoso cantautore di Cellino S. Marco e vedere come si concluderà questa ennesima soap opera targata Carrisi.

Cristina LucarelliUltime Notizie Flash su Instagram


Leggi altri articoli di News Musica

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close