Time Warp 2011, ci sono Luciano b2b Carl Craig e Locodice

Continuiamo a conoscere i protagonisti del Time Warp 2011. Tunisino di nascita, tedesco d’adozione, Loco Dice venne ribattezzato così dai suoi amici quando una sera mentre ballava sul tetto dello Space, la sicurezza gli intimò di scendere gridandogli “Hey Loco vieni giù!!”. Dopo una breve parentesi hip hop scopre il genere house music nei primi anni 90′, dotato di enormi potenzialità il “Loco” viene scoperto da uno dei mostri sacri del panorama di riferimento: Mr Timo Maas. Da Dusseldorf partirà la sua gavetta che lo porterà a diventare forse il più amato tra i dj attuali in circolazione. Tra le tante produzioni da segnalare Chartago e Menina Brasileira, pezzi di consacrazione di uno stile più improntato verso house più minimale e meno battuta. Il “Loco” è stato molto influenzato dai generi latinoamericani, non intesi come balli di gruppo, ma come musica tradizionale come spesso si può evincere nei suoi set (aspetto che contraddistingue anche Luciano e Villalobos). Nel 2006 esce Harissa forse il minialbum più conosciuto per i collezionisti, che l’ha lanciato nell’olimpo dei dj più affermati al mondo.

Uno dei momenti più attesi al Timewarp: il back to back tra Lucien Luciano e Carl Craig, che da poco tempo hanno intrapreso questo percorso in simbiosi. Il primo nato in Svizzera, da mamma cilena e papà rossocrociato, tornò nel paese d’orine della madre dopo la separazione coniugale. La sua carriera da dj è fortemente influenzata dai colori e dalle musiche di marchio cilene, tanto che spesso ha collaborato con Villalobos suo collega e amico di console. Una delle etichette discografiche più rinomate nel mondo dell’house music fa capo proprio a Luciano, la Cadenza records. Dall’altra parte del mixer Carl Craig, il “mago di Detroit” un fenomeno nel genere techno house. Maestro di generazioni di aspiranti dj ed amanti del sound a battuta “chiassosa”. Dal 1989 una serie di successi costruiti con grande capacità e soprattutto gusti musicali, su tutti la splendida “Sessions” album doppio,dove emergono tutti i tratti dell’influenza misto blues soul afromusic techno e vocals di un numero 1 come lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.