La confessione choc di Lady Gaga: violentata a 19 anni

Lady Gaga non smette di stupire i suoi fan e l’opinione pubblica in geenre: dopo numerose provocazioni che l’hanno resa famosa arriva la confessione choc. La cantante di origini italiane racconta di essere stata violentata a 19 anni. Lo ha detto ai microfoni del programma radiofonico condotto da Edward Stern, di cui la star era ospite. E così scopriamo una Lady Gaga diversa, più umana e fragile: la ragazza che si nasconde dietro alla maschera che spesso indossa.

LADY GAGA NUDA PER IL SUO NUOVO ALBUM

Nel delicato argomento si è entrati parlando del brano “Swine“, che letteralmente significa “porco”, contenuto nel suo ultimo album “ArtPop”. La canzone racconta proprio della tragica esperienza dello stupro. Lei stessa racconta che per superare il trauma della violenza si è sottoposta ad anni di intensa terapia psicanalitica. Oggi è talmente forte da guardare al passato con un sorriso. Lady Gaga, prima della violenza, era a suo dire una ragazza ingenua che frequentava la scuola cattolica. Quel primo contatto con il mondo adulto l’ha turbata e confusa. Il suo stupratore all’epoca aveva 20 anni più di lei. Il conduttore le chiede se oltre al trauma ha mai anche avuto modo di affrontare direttamente la persona che ha abusato di lei ma lei non nasconde di essere terrorizzata da quell’individuo: “Una volta lo vidi in un negozio e rimasi paralizzata dalla paura. Perché è stato solo anni dopo che mi sono resa conto di quello che mi era capitato”. Per fortuna dopo una fase di negazione della violenza, Lady Gaga ha avuto il coraggio di andare a fondo della vicenda e di tanta sofferenza che le impediva di condurre una vita normale. Speriamo che il suo esempio di coraggio possa spronare tante ragazzine e adolescenti che la seguono come un mito e che si trovano nella sua stessa situazione di quanto era poco più che maggiorenne.

 LADY GAGA RACCONTA LA SUA DEPRESSIONE: COME L’HA VINTA?

 

 

 

One response to “La confessione choc di Lady Gaga: violentata a 19 anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.