Sanremo 2018 news, Fabrizio Moro ed Ermal Meta: “Stiamo male per quello che è successo”

Ultime news su Sanremo 2018: Ermal Meta e Fabrizio Moro in conferenza stampa raccontano che cosa sta succedendo in queste ore a causa delle accluse di plagio al loro brano Non mi avete fatto niente

A turbare l’armonia di un Festival dove tutti vanno d’accordo, c’è la storia del presunto plagio che coinvolge Ermal Meta e Fabrizio Moro. I due cantanti si sono presentati a Sanremo 2018 con un brano, Non mi avete fatto niente, che era ed è ancora, la canzone favorita per la vittoria. E’ successo però che alcuni giornalisti hanno scovato un vecchio brano scritto dallo stesso autore della canzone in gara, Andrea Febo, che non era però stato ammesso a Sanremo, per cui non era stato commercializzato ed era finito nel dimenticatoio. Dopo la segnalazione fatta dai giornalisti Claudio Baglioni e la Rai hanno deciso di approfondire la questione tanto che l’ufficio legale si è attivato per comprendere cosa fare. Alla fine il brano Non mii avete fatto niente, dopo una sospensione temporanea, è stato ammesso e questa sera ascolteremo Fabrizio Moro ed Ermal Meta sul palco di Sanremo 2018. I due cantanti hanno parlato questo pomeriggio in conferenza stampa e hanno raccontato quello che stanno provando in queste ore, per loro molto difficili. 

ULTIME NEWS SANREMO 2018-NON MI AVETE FATTO NIENTE TORNA IN GARA: FABRIZIO MORO ED ERMAL META COMMENTANO QUELLO CHE STA SUCCEDENDO IN CONFERENZA STAMPA

“Non avete davanti due furbacchioni” ha spiegato Meta, “Io e Fabrizio forse ignoriamo tante cose ma sappiamo come scrivere canzoni”. Il brano, ha puntualizzato l’artista, “dice cose importanti e secondo noi meritava una chance. E’ una fotografia del nostro tempo, peraltro non scritta per presentarla al festival”. Già ieri in un lungo post su Facebook Meta aveva spiegato i motivi per i quali aveva deciso di presentare a Sanremo questa canzone che è stata totalmente riscritta, per quello che riguarda il testo ma che ha il frame, il ritornello, identico al brano Silenzio. 

In conferenza stampa dice la sua anche Fabrizio Moro che commenta: “Questa vicenda ci ha un po’ penalizzato ai fini del festival. Quando la gente sente la parola plagio si ferma, prende le distanze, non va ad approfondire e quindi rimane comunque una macchia, anche se plagio non è”. Moro ha aggiunto:  “Siamo stati male, io stanotte non ho dormito, per l’uso della parola plagio. Siamo due autori e non abbiamo bisogno di plagiare nessuno”. 

Bisogna però dire che sui social, il pubblico che segue il Festival, ha preso le parti di Meta e Moro, che forse dovrebbero preoccuparsi più per la votazione dei giornalisti che per quella dei fan a casa. Ermal ha comunque voluto spiegare come è nato questo brano:La canzone l’ho scritta io insieme ad Andrea (Febo, il terzo autore del brano lo stesso che ha scritto la musica del brano Silenzio), e su quella canzone ho lavorato per un anno. E’ un pezzo che nasce da una lettera che un familiare di una delle vittime del Bataclan ha scritto e letto in mondovisione, e che si concludeva con ‘Non mi avete fatto niente’. Questo mi ha fatto prendere lo spunto, ma sono andato a prendere qualcosa che io stesso avevo scritto. Questa è la genesi e ci tenevo a spiegarla.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.