Fedez e Francesca Michielin tra ansietta e nuove consapevolezze pronti per Sanremo 2021: la musica riparte

Fedez e Francesca Michielin sono pronti per salire sul palco del Festival di Sanremo 2021 con il brano Chiamami per nome. Tanta amicizia e una nuova occasione per unire i loro due mondi artistici dopo i successi delle precedenti collaborazioni di Magnifico e Cigno Nero. Oggi si è tenuta la conferenza stampa in live streaming con Fedez e Francesca Michielin. Noi c’eravamo e vi raccontiamo tutto quello che hanno dichiarato i due artisti prima di calcare il palco dell’Ariston dal 2 al 6 marzo. Non sono mancate curiosità sul rapporto, sul Festival, sui progetti futuri e la voglia di ricominciare a vivere la musica dal vivo.

Chiamami per nome, Fedez e Francesca Michielin a Sanremo: cosa hanno raccontato durante la conferenza stampa

Fedez e Francesca Michielin si sono ritrovati virtualmente durante il periodo del lockdown, quando hanno anche organizzato insieme i concerti dai balconi. “Ci siamo ritrovati casualmente in questo periodo. Per me è stato un momento di socialità importante, una boccata d’ossigeno ha raccontato il rapper ai giornalisti. Per Fedez questo sarà un vero e proprio debutto al Festival e non ha negato di avere una certa “ansietta”. L’artista ha confessato la voglia di vivere questa esperienza senza avere già pronto un progetto discografico da promuovere. L’unico progetto da promuovere sarà quello di Francesca che pubblicherà Feat – Fuori dagli spazi il 5 marzo. “E’ un progetto che celebra la collettività. Ci sarà mezza Sanremo nel disco senza farlo nemmeno apposta” ha svelato la Michielin. Nell’album ritroveremo infatti le collaborazioni con Colapesce, Max Gazzé e i Maneskin. La giovane cantautrice sta anche lavorando ad un podcast dedicato alle donne in onda dal 25 febbraio, giorno del suo compleanno. La sua prima ospite sarà l’attrice Matilda De Angelis che, tra l’altro, ritroveremo proprio a Sanremo 2021.

Sul palco, Federico e Francesca porteranno Chiamami per nome. “Sono molto legata a questo pezzo” ha spiegato la Michielin in conferenza stampa e parlando pure di consapevolezze diverse. “E’ un brano d’amore ma può essere d’amore trasversale” ha aggiunto. “La mia parte di testo si occupa delle tematiche d’amore ma riflette anche le insicurezze del momento, soprattutto nelle parti dove duettiamo insieme” ha raccontato Fedez. Come è partita questa nuova collaborazione? Si sono visti un po’ in studio e un po’ a distanza, anche gli autori (Davide Simonetta, Alessandro Mahmoud, Alessandro Raina) si sono collegati tramite Zoom. Ovviamente non sono mancati i tamponi di rito. “E’ stato un lavoro di collettività molto bello. Il viaggio che c’è stato per arrivare fino al brano mi è piaciuto, è stato una boccata d’ossigeno” ha così spiegato Fedez.

Credit Photo Fabrizio Cestari

“Ho una visione totalmente diversa da quella che avevo prima. C’è la voglia di cambiare in qualche modo. E’ il periodo delle cose non ponderate. Mi ha sempre affascinato vedere la musica in maniera collettiva, con gli amici, senza pensare troppo alle dinamicheha affermato il rapper in merito al fatto di non avere un progetto da presentare cavalcando l’onda del Festival. “Quando abbiamo scritto la canzone non c’era l’idea di andare a Sanremo. Ad un certo punto abbiamo detto: ‘perché no?’. Dal mio punto di vista c’è la voglia di vivere un’esperienza che non ho mai vissuto. Andai la prima volta a Sanremo con Lorenzo Fragola appena uscito da X Factor. Dissi: ‘io al posto suo non ci riuscirei mai'” ha raccontato Fedez durante la presentazione stampa non negando di star lavorando a delle canzoni.

Francesca ha parlato del rapporto con Alessandro Mahmoud: “Lo conosco da tanto. Eravamo veramente piccolini. Ci siamo conosciuti e piaciuti. La nostra collaborazione è nata con Cheyenne. Credo che come scrittore di melodie sia fenomenale. In italiano è difficile valorizzare delle colorature di voce. Con lui mi trovo molto bene, a livello melodico incredibile e mi ha insegnato molto.

“Stiamo preparando una cosa molto bella ma non possiamo spoilerare” hanno spiegato i due artisti in merito a Scena Unita per i lavoratori dello spettacolo. “Tutte queste polemiche su Sanremo le ho trovate assurde. E’ la macchina che metterà in moto le persone che lavorano con le musica. Sono felicissima. Se ci sono tanti artisti vuol dire che ci sono tanti gruppi di lavoro” ha aggiunto Francesca. E a proposito di spoiler nella serata delle cover non canteranno un brano di Bersani come si era ipotizzato sul web. “Come spoiler abbiamo già dato in questo periodo” ha ironizzato la Michielin riferendosi alla famosa storia pubblicata sui social da Fedez. “Federico sta prendendo questo Festival con serietà e questo è istruttivo anche per me. Ha voluto prendere una sala prove per provare tutti i giorni. A prescindere da quell’episodio sta mettendo anima e corpo in questo progetto ed è di grande ispirazione per me. Soltanto con una persona con cui ho molta confidenza potevo condividere ansie e situazioni” ha affermato Francesca Michielin. “Quando è avvenuto il fattaccio era lei che mi dava supporto psicologico” ha rivelato invece Fedez.

Chiamami per nome a Sanremo 2021

Cosa dobbiamo quindi aspettarci da Chiamami per nome al 71° Festival di Sanremo? Una canzone pop con sfumature urban. Mahmood si sentirà molto ma non mancheranno pezzettini autobiografici da parte di entrambi. Ci sarà una evoluzione stilistica. Francesca promette di stupire sul palco: “Non posso dire se suonerò strumenti. Farò qualcosa che non ho mai fatto. Sul palco vorrei essere pulita, comunicare al pubblico senza filtri“. Aspettative Eurovision? La cantautrice ci ha già partecipato ma al momento si dice concentrata sulla performance per Sanremo non negando la bella esperienza. Fedez invece non ci pensa neanche, dopo il Festival diventerà papà per la seconda volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.