E invece sì, Bugo a Sanremo 2021 ci va da solo: testo e significato del brano

Cristian Bugatti, ma lo chiamano Bugo da quando è piccolo, e a Sanremo 2021 sarà solo con il brano “E invece sì” a cui tiene molto. Una canzone che, racconta, ha “un taglio molto classico, rientra nel genere di musica leggera italiana”. Nel testo di “E invece sì” il significato non è nascosto, nel ritornello la semplicità di un supermercato che diventa il paradiso, l’immaginare che tutto vada bene, immaginare di non avere sbagliato nulla. Bugo torna sul palco dell’Ariston dopo l’esperienza della scorsa edizione con Morgan. “E’ invece sì è una canzone a cui tento tanto, come l’ultima che ho portato a Sanremo ma come tutte quelle che in genere scrivo. Una canzone, anche per quello che racconto, importante e mi auguro empatica per gli altri” spiega Bugo in esclusiva per RaiPlay a pochi giorni dall’inizio di Sanremo 2021. 

BUGO A SANREMO 2021 CON TUTTO L’ENTUSIASMO 

“Vivo le occasioni della mia vita, quindi Sanremo, con grande trasporto ed entusiasmo e porterò il mio entusiasmo, la mia grinta, la voglia di fare e di divertirsi perché è propria del mio carattere”. Bugatti crede nella rinascita che potrà dare il festival dopo un anno difficilissimo per tutti.  “Deve essere rinascita in tutti i sensi” e facendo riferimento al tema di questo Sanremo 2021 si augura che il pubblico guardi il festival ricavando proprio l’ottimismo che lui desidera portare. 

IL TESTO DI E’ INVECE SI’ DI BUGO

di C. Bugatti – A. Bonomo – S. Bertolotti – C. Bugatti – A. Bonomo
Ed. Edizioni Curci/Tetoyoshi Music Italia
Milano – Nizza Monferrato (AT)

Le metropolitane vanno molto veloci
I giornali gratis
La radio 
Le voci
Bella la campagna ma mi rende un po’ triste
Vorrei comprare un disco ma non ho il giradischi
Vorrei fare l’arbitro ma non mi piacciono i fischi
Il superfluo è a volte più importante
Scriverò il nostro nome sui portoni
Anche se mi dici
Cristian cresci, stai su dritto
Grazie ma io
Voglio immaginarmi che non ho sbagliato
E che il paradiso è il mio supermercato
Con la birra in saldo e il poster di Celentano
È meglio così
Voglio immaginarmi che anche un dittatore
S’innamora, vomita e poi si commuove
Che davvero non ci avranno mai capiti
E invece sì 
Na na na na na
Vorrei pensare che Ronaldo non sia perfetto
Vorrei essere onesto ma non timbro il biglietto
Chiamare mio papà per dirgli che sto bene
Scriverò le risposte sulla mano
Anche se mi dici
Cristian sveglia, perdi il treno
Grazie ma io
Voglio immaginarmi che non ho sbagliato
E che il paradiso è il mio supermercato
Con la birra in saldo e il poster di Celentano
È meglio così
Voglio immaginarmi che anche un dittatore
S’innamora, vomita e poi si commuove
Che davvero non ci avranno mai capiti
E invece sì
E tu gridami addosso
Che va bene lo stesso
E tu gridami addosso
Cristian cresci, stai su dritto
Grazie ma io
Voglio immaginarmi che non ho sbagliato
E che Ringo Starr è il mio miglior amico
Che io e lei lo abbiamo fatto e le è piaciuto
Si dice così
Voglio immaginarmi che anche un dittatore
S’innamora, vomita e poi si commuove
Che davvero non ci avranno mai capiti
E invece sì
E invece sì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.