Ermal Meta Sanremo 2021: il significato di Un milione di cose da dirti, il testo

Ermal Meta torna a Sanremo e lo fa con Un milione di cose da dirti, un testo che è lui a spiegare ma in realtà non ha poi così tanto da dire. Il significato del nuovo brano che Ermal Meta porta a Sanremo 2021è l’invito a non avere paura ma è anche la voglia di tendere la mano. Una ballata che inizia con le note di un pianoforte, una semplice canzone d’amore, così l’ha definita il cantatuore che firma ancora una volta musica e testo con Cardelli. “La canzone che porto in gara è una canzone d’amore, raccontare di cosa parla una canzone diventa molto difficile. E’ una semplicissima canzone d’amore – spiega Ermal in esclusiva per RaiPlay – Le sonorità non sono molto definite, sono molto rarefatte in realtà, poi la musica è fatta per le orecchie, non per le parole. Una canzone diversa rispetto alle altre che ho portato nel passato ma quello che ci sarà in comune con le altre volte in cui ho partecipato è sicuramente una grande gioia e la voglia di condividere tutto quello che faccio con gli altri”.

ERMAL META FIRMA IL BRANO DI SANREMO 2021 – UN MILIONE DI COSE DA DIRTI

Più concentrato sul tema del festival di Sanremo 2021: “Rinascita è un tema bellissimo anche perché l’anno che abbiamo passato e che stiamo ancora passando non è stato facile, ma sto dicendo una cosa scontata”. Più di tutto gli mancano i concerti, gli mancano le persone che non hanno paura a stare a un millimetro l’uno dall’altro, ad abbracciarsi.

IL TESTO DI UN MILIONE DI COSE DA DIRTI 

di E. Meta – R. Cardelli – E. Meta
Ed. Tetoyoshi Music Italia/Tadi & Bali Music Publishing – Nizza Monferrato (AT) – Milano

Senza nome io, senza nome tu
E parlare finché un nome non ci serve più 
Senza fretta io, senza fretta tu
Ci sfioriamo delicatamente 
Per capirci un po’ di più 
Siamo come due stelle scampate al mattino
Se mi resti vicino non ci spegne nessuno 
Avrai il mio cuore a sonagli 
Per i tuoi occhi a fanale 
Ti ho presa sulle spalle 
E ti ho sentita volare 
Con le mani nel fango
Per cercare il destino 
Tu diventi più bella ad ogni tuo respiro
E mi allunghi la vita inconsapevolmente 
Avrei un milione di cose da dirti, ma non dico niente 
In un mare di giorni felici annega la mia mente 
Ed ho un milione di cose da dirti 
Ma non dico niente
Ma non dico niente 
Il tuo viaggio io, la mia stazione tu 
E scoprire che volersi bene 
È più difficile che amarsi un po’ di più 
È la mia mano che stringi, niente paura 
E se non riesco ad alzarti starò con te per terra 
Avrai il mio cuore a sonagli per i tuoi occhi a fanale 
Ce li faremo bastare 
Ce li faremo bastare 
Con le mani nel fango per cercare il destino 
Tu diventi più bella ad ogni tuo respiro 
E mi allunghi la vita inconsapevolmente 
Avrei un milione di cose da dirti, ma non dico niente
In un mare di giorni felici annega la mia mente 
Ho un milione di cose da dirti 
Solo un milione di cose da dirti 
Ti do il mio cuore a sonagli per i tuoi occhi a fanale
E senza dirlo a nessuno 
Impareremo a volare
Tu mi allunghi la vita inconsapevolmente 
Avrei un milione di cose da dirti, ma non dico niente 
In un mare di giorni felici annega la mia mente 
Ed ho un milione di cose da dirti
Ma non dico niente 
Ma non dico niente 
Cuore a sonagli io
Occhi a fanale tu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.