Giacomo il figlio di Adriano Celentano a Storie Italiane: emarginato perchè credente


Nella puntata di Storie Italiane in onda il 12 marzo 2019, tra i protagonisti anche Giacomo Celentano, il figlio di Adriano Celentano. Per chi non lo sapesse, Giacomo, nella vita fa il cantautore, compone brani di musica sacra e lo scrittore. Il suo percorso verso la conversione è iniziato molti anni fa e da allora ha sempre portato avanti le sue battaglie. Nello studio di Eleonora Daniele però oggi Giacomo Celentano vuole in qualche modo togliersi dei sassolini dalla scarpa. A suo dire infatti, questo suo cammino verso la conversione, questa sua forte fede, lo avrebbero penalizzato dal punto di vista lavorativo. “Confermo queste dichiarazioni – ribadisce Giacomo in tv – sono circa 10 anni che a causa del mio percorso di fede, tutti sanno che sono credente, vengo bandito dai mass media ufficiali“. Parole che però non vanno giù ad alcuni degli altri ospiti presenti nella puntata di Storie Italiane di oggi. Roberto Alessi, direttore di giornali importanti e giornalista sempre attento, ha infatti fatto notare che sia sulle riviste che ha diretto lui in prima persona negli ultimi anni, che su altri giornali, c’è sempre stato spazio per la sua storia e che queste accuse quindi, non sono motivate. 

GIACOMO CELENTANO A STORIE ITALIANE: EMARGINATO DAI MEDIA E NEL MONDO DEL LAVORO PER LA MIA FEDE 

Secondo il direttore di Novella 2000 invece i media, gli avrebbero dato sempre tanto spazio per raccontare la sua bella storia e non riesce a capire il perchè  di questo attacco verso i giornalisti. Il figlio di Celentano spiega che il suo è un discorso più ampio e che non si rivolge solo alla carta stampata. “Non accuso i giornalisti  ma faccio un esempio, quando devo portare un mio brano ad una casa discografica, mi scartano. Un credente che fa questo mestiere va contro corrente, questo è sicuro” ha spiegato Giacomo Celentano ospite di Elenora Daniele questa mattina. 

Gli altri ospiti in studio fanno notare al figlio di Celentano che probabilmente questa è una sua convinzione. Il fatto che ci sia meno lavoro per lui, come tutti gli altri artisti che fanno questo mestiere, è un problema generale, dettato dalla crisi del nostro paese. 

Giacomo però non si convince e continua a credere che ci sia un accanimento contro di lui. A Eleonora Daniele poi spiega: “Io continuo a fare i miei due mestieri, cantautore e scrittore, perché mio Signore Gesù mi ha donato dei talenti, il mio dovere di cristiano è quello di far fruttificare i miei talenti, anche artistici, quindi continuerò”. 

Leggi altri articoli di News spettacolo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ultime Notizie Flash

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicitá. Non puó pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.

  • Chi siamo

    Ultime Notizie Flash by Purple di Filomena Procopio

    Via Della Libertà, 106 - Montesano Salentino (Lecce)

    P.I.: 03370960795 - Iscrizione REA: 307423

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

 

Close