Il cast di Glee si ritrova sul lago per cercare Naya, il suo cadavere ritrovato nel giorno della morte di Cory

Qualcuno la chiama la maledizione di Glee, per altri sono solo assurde coincidenze delle vita. Una cosa però è certa, il destino di alcuni attori di questa serie resterà per sempre legato. Oggi 13 luglio 2020 è stato ritrovato nel lago Piru il cadavere di Naya Rivera. L’attrice della nota serie tv era in barca con suo figlio. E’ morta probabilmente per un tragico incidente. Forse mentre nuotava, forse un malore, questo lo stabiliranno i medici. Ma ci sono altre due cose che straziano il cuore dei tanti fans che hanno seguito per anni la serie. La data e le immagini che arrivano dal Lago Piru in California. Il 13 luglio del 2013 Cory Monteith, uno degli attori più amati della serie, veniva ritrovato morto in una stanza di albergo. Aveva scelto un mix di alcool e droga per morire. A distanza di sette anni, mentre il cast di Glee si ritrova sulla riva di quel lago, Naya viene ritrovata, non è viva, il suo cadavere viene riportato a terra.

AMICI E COLLEGHI DI NAYA SUL LAGO PIRU PER LE RICERCHE

Nelle ultime ore sui social è successo di tutto. Gli attori e i colleghi di Naya sono stati accusati di non fare abbastanza per l’attrice, come se avessero potuto riportarla in vita; ma loro, nonostante tutte le cose brutte che si leggevano sui social, nonostante le difficoltà che in questo periodo ci sono in America e non solo, a causa del coronavirus, hanno raggiunto quel maledetto lago, hanno lanciato appelli, hanno dato il loro contributo. Oggi si sono ritrovati lì tutti insieme, dopo aver viaggiato magari anche per ore. Volevano essere lì per Naya. E ci sono stati ma purtroppo per il drammatico epilogo: si sono tenuti per mano, si sono abbracciati nonostante le mascherine e le restrizioni. Il dolore per la morte di una donna così giovane è troppo forte, incommensurabile. Per rispondere all’odio arrivato anche in questa occasione sui social, ci sarà tempo, ma intanto, le immagini dal lago Piru, valgono più di mille tweet.

Oggi il dolore è la sola cosa che conta, quell’abbraccio tra amici e parenti resterà indelebile per sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.