Rita Rusic fiume in piena a Verissimo su Cecchi Gori: “Era diventato aggressivo”

Puntata ricchissima di ospiti quella di Verissimo in onda il 12 dicembre 2020. Nel salotto di Silvia Toffanin arriverà anche Rita Rusic che parlerà del suo passato e del suo presente. E sono tante le cose che la produttrice ha da dire e da raccontare. E lo fa con aneddoti inediti della sua vita al fianco di Cecchi Gori che non aveva mai raccontato prima. Ricordiamo l’ingresso nella casa del Grande Fratello VIP dell’imprenditore e quella che sembrava una ritrovata serenità tra i due. Ma a quanto pare le cose sono cambiate e infatti oggi Rita racconta ben altro.

Nello studio di Canale 5, la Rusic ha confidato a Silvia Toffanin: “Era un uomo che sapeva plasmarti ed io quando l’ho conosciuto ero molto giovane. Penso mi abbia amata davvero, ma le cose sono iniziate a cambiare quando sono diventata una donna di successo, quando i giornali hanno iniziato a scrivere di me. Ero contenta, ma allo stesso tempo dispiaciuta per lui. Sentivo come se gli avessi tolto qualcosa per realizzarmi. Invece, non gli avevo tolto niente”. La Rusic spiega che durante la loro relazione, per oltre 16 anni, lui non le ha dato modo di concedere neppure una intervista.

RITA RUSIC SI APRE CON SILVIA TOFFANIN A VERISSIMO

La Rusic spiega che avrebbe voluto divorziare molto prima rispetto al momento in cui ha poi preso la decisione finale ma non era semplice. E racconta: “Volevo separarmi già tre anni prima di quando poi effettivamente è successo. Il malessere era arrivato molto prima ed era arrivato anche per i nostri figli. Vittorio era diventato un uomo aggressivo.”

La Toffanin ha quindi chiesto a Rita se Vittorio sia stato con lei aggressivo anche fisicamente. La Rusic spiega: “Si sa che nei momenti drammatici può succedere di tutto. Eravamo diventati una famiglia sofferente, lui se ne rendeva conto ma si vede che dall’altra parte c’era qualcosa di più importante. È stato molto triste separarmi, ma l’ho fatto anche per un forte senso di responsabilità per i figli. Loro hanno sofferto la mancanza d’amore da parte di un padre che, forse, non era in grado di dargliene.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.