Roma, un artista assale la statua di Papa Wojtyla

Roma, assalita la statua di Papa Giovanni Paolo II – Si è parlato moltissimo della statua di Papa Giovanni Paolo II, una scultura realizzata dall’artista Oliviero Rinaldi, collocata qualche mese fa davanti alla stazione Termini di Roma. Sono stati moltissimi i commenti riguardo la statua, e, se proprio vogliamo dire la verità, quasi nessuno ha apprezzato l’opera di Rinaldi, i papa boys in primis. Ieri la statua è tornata al centro della cronaca, per via di un assalto. L’artista Krakov, pittore, scultore, performer, provocatore, così come è stato definito da molti, ha deciso di coprire la scultura, per dire no alla bruttezza, alla violenza estetica, etica e politica. Vediamo insieme come si sono svolti i fatti ieri, davanti alla stazione Termini.L’artista Krakov, armato di un telo rosso gigante, di dimensioni 3 metri per 3, ha deciso di salire su una scala e di coprire, con l’ausilio di un bastone, il volto della statua rappresentante Papa Wojtyla. Krakov dichiara: “Dico no alla bruttezza di questa statua perché deturpa il vero volto di quella che dovrebbe essere l’arte come anche Giovanni Paolo II l’aveva intesa. Ovvero come salvezza, come rivoluzione dell’uomo attraverso la bellezza. Il manifesto artistico dal quale ho tratto ispirazione è la lettera agli artisti di papa Wojtyla”. Dopo aver assalito la statua, Krakov si è dileguato. Il volto di Papa Wojtyla è rimasto coperto per una mezz’ora, fino all’arrivo dei vigili urbani sul posto, che hanno provveduto a rimuovere il telo. L’artista però fa sapere che i suoi attacchi non finiscono qui.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.