Silvia Gobbato, accoltellata mentre faceva jogging con un collega: è giallo

E’ angosciante l’omicidio di Silvia Gobbato. Ieri pomeriggio la notizia del ritrovamento del cadavere di una giovane donna a Udine, era il corpo di Silvia Gobbato, avvocatessa di 28 anni accoltellata mentre faceva jogging. Silvia non era sola tra quei sentieri di campagna alla periferia nord di Udine, non lontano dal parco di Cormor. E’ lì che è stato trovato il suo corpo da un passante, quel posto è frequentato dagli amanti del jogging, proprio come Silvia Gobbato e il suo collega. Chi ha ucciso la giovane avvocatessa di San Michele di Tagliamento, chi le ha inflitto quelle dieci coltellate? Sono già stati ascoltati il collega e l’ex fidanzato, ma è giallo.

L’omicidio di Silvia Gobbato ha sconvolto tutti, purtroppo porta alla mente episodi simili ma speriamo che questa volta venga fatta subito luce su un femminicidio che come sempre mette i brividi.

Silvia non diventerà più avvocato, ad ottobre uno dei suoi sogni si sarebbe realizzato, con il collega con cui ieri correva faceva pratica in un importante studio legale. Lui è Giorgio Ortis, 28 anni, figlio dell’avvocato Giovanni presso il cui studio entrambi lavoravano. Il giovane è stato ascoltato nella notte, ma si tratta di un atto dovuto. Lui è più veloce a correre e con Silvia dopo essersi partiti insieme si sono dati appuntamento all’auto ad un orario preciso. Lui è arrivato per primo, ha atteso invano, poi ha notato una strana agitazione e infine la scena agghiacciante.

Il cadavere di Silvia era nascosto nell’erba, a trovarla un giovane che faceva jogging e che prima ha notato il cellulare, poi il sangue lungo la stradina bianca, a qualche metro di distanza giaceva Silvia.

E’ stato ascoltato anche l’ex fidanzato della vittima, lui in quel momento era impegnato in una manifestazione di ballo.

I Ris stanno cercando sul luogo del delitto l’arma, un coltellaccio. Si spera di trovare altro mentre si inizia a scavare nella vita di Silvia per capire chi l’ha uccisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.