Letta, legge di Stabilità: più soldi in busta paga

Letta parla della legge di Stabilità: più soldi in busta paga per i lavoratori. Il premier Enrico Letta, dopo la burrasca dei giorni scorsi, prende in mano i problemi dell’Italia. Il punto cardine della legge di Stabilità sarà la riduzione del cuneo fiscale. A quanto pare dei cambiamenti in positivo, mirati alla ripresa economica italiana, si vedranno già a partire dal prossimo anno, il 2014. Letta lo ha assicurato in un’intervista di Maria Latella su SkyTg24. Ha inoltra detto che si farà di tutto per incentivare le imprese ad assumere i lavoratori in pianta stabile.

E così la legge di Stabilità avrà a cuore soprattutto le misure sul cuneo fiscale, ovvero l’incidenza sugli stipendi di contributi e imposte. Si tratta della differenza tra la spesa sostenuta dai datori di lavoro e lo stipendio netto dei dipendenti, che oggi è pari a più del 46%. E così le buste paga potrebbero trarne dei benefici. I vantaggi saranno anche per le imprese, che verranno incentivate ad assumere purché con contratti a tempo indeterminato. Si spinge anche sul problema della disoccupazione giovanile, “dramma principale per il nostro paese“, e sull’aumento complessivo dell’occupazione. Di tali temi legati al lavoro e sulle buste paga, si discuterà con i sindacati.

E così Letta, con il suo governo, sta cercando una soluzione alla crisi economica. Bisognerà anche decidere sulla seconda rata dell’Imu per quanto riguarda la prima casa, la cui scadenza è prevista per dicembre 2013.

Insomma, a quanto pare le sorti dell’Italia sono tutte da definire nei prossimi mesi, in cui si metteranno a punto la legge di Stabilità e altri provvedimenti mirati a risolvere la situazione economica difficile. Sono tante le famiglie in difficoltà, molte delle quali vivono ai limiti della povertà, ed è bene che il governo pensi anche a loro.

One response to “Letta, legge di Stabilità: più soldi in busta paga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.