Napoli, uomo ucciso dal cognato: fermata anche la compagna

Novità a Pomigliano d’Arco, in provincia di Napoli, sulla morte del 39enne Michele Caiazzo, l’uomo ucciso in casa del cognato Fernando Cantone, 38 anni, fratello della convivente. Anche la compagna della vittima è stata fermata dai Carabinieri. Maria Cantone, 36 anni, avrebbe agito in concorso con il fratello. In un primo momento si pensava che si trattasse di una lite familiare finita in tragedia, a seguito dei dissapori derivanti dai problemi di coppia tra Caiazzo e la compagna, sorella del presunto assassino. A seguito di un lungo interrogatorio è però emersa un’altra verità.

Michele Caiazzo è stato ucciso a colpi di arma da fuoco mentre dormiva nella stanza dei figli. I carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna e della stazione di Pomigliano, a seguito di un lungo interrogatorio della durata di 18 ore, sono arrivati alla conclusione che anche la compagna di Caiazzo, nonché sorella dell’uomo accusato di averlo ucciso, avrebbe partecipato all’omicidio. Ora Maria Cantone è stata portata al carcere di Pozzuoli, mentre il fratello, accusato di aver ucciso il cognato, si trova a Poggioreale.

Una vicenda dai contorni ancora poco chiari. Solo ulteriori indagini potranno far emergere dettagli maggiori sulla dinamica dei fatti che hanno portato all’uccisione di Michele Caiazzo da parte del cognato, in concorso con la compagna.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.