Parla prete accusato di stupro a Le Iene: voglio morire

Il prete accusato di stupro a Le Iene ha parlato. Don Pietro Tosi, 87 anni, finalmente dice la sua, e ammette di voler morire. Il prete è accusato di aver compiuto uno stupro nel 1980 ai danni di una 14enne a Cornacervina, mettendola incinta. Da quell’episodio di violenza è nato Erik Zattoni, che ora vuole giustizia per quanto accaduto tanti anni fa, chiedendo a Papa Francesco di ridurre il prete accusato di stupro allo stato laicale. E’ grazie al programma Le Iene che l’episodio ha destato grande scalpore, dando vita ad una vera e propria mobilitazione per aiutare Erik nella sua lotta.

Don Pietro Tosi, il prete accusato di stupro, dice a Il Resto del Carlino di avere la coscienza a posto nei confronti di quella famiglia. Ora non sa che pesci prendere, e per questo dice di chiedere a Dio di morire. A quanto pare il prete ha dei grandi rimorsi per lo stupro ai danni della 14enne, venuto alla luce grazie al programma Le Iene. Ora don Pietro si trova in una casa di riposo. Il prete accusato di stupro è ben lungi dal parlare sia del ragazzo, suo figlio, che della violenza, e dice che per quello ci si deve rivolgere ai suoi avvocati.

Nonostante lo stupro sia un’accusa davvero molto grave, il prete dice di non meritare tutto quello che sta accadendo, avendo aiutato molte persone nel corso del suo sacerdozio. Come se tutto questo potesse cancellare lo scandalo che pende su di lui. Ora dice che scriverà un libro nel quale racconterà la sua storia.

Papa Francesco accoglierà la richiesta di Erik? Che posizione prenderà la Chiesa su questa delicatissima vicenda?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.