Roma, facevano prostituire ragazzine italiane di 14 anni adescate su Facebook

Prostituzione minorile a Roma. Arrestate cinque persone di nazionalità italiana nella Capitale. Gli arresti sono partiti dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma con l’accusa di aver fatto prostituire due ragazzine italiane di 14 e 15 anni adescate su Facebook. A far scattare le indagini è stata la denuncia della mamma di una delle due minorenni. La donna, infatti, aveva notato dei forti cambiamenti nel comportamento della figlia e la cosa l’aveva preoccupata parecchio. Aveva deciso così di rivolgersi ai militari che si sono occupati del caso e hanno svolto le ricerche fino a giungere all’orribile scoperta: i cinque uomini costringevano le due minorenni di 14 e 15 anni a prostituirsi durante il pomeriggio.Le due giovani sarebbero state adescate da tre uomini su Facebook. La mattina andavano normalmente a scuola, mentre il pomeriggio si prostituivano. I cinque farabutti, tra l’altro, utilizzavano i soldi ricavati dalla prostituzione minorile delle due ragazze, per l’acquisto di droga per uso personale. Fortunatamente, grazie anche alla segnalazione della madre di una delle ragazze, è stato possibile fermare questo scempio.Vicende del genere non ne vorremmo mai sentire, soprattutto quelle che vedono coinvolti minori. Per fortuna i genitori conoscono bene i comportami dei figli e percepiscono quando c’è qualcosa che non va.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.