Mondragone, narcotizzava gli uomini e li rapinava: uno è morto

A Mondragone, in provincia di Caserta, una donna avvenente, la 40enne Monica Voira, aveva messo a punto una serie di furti tutti basati sulla sullo stesso modus operandi: narcotizzava gli uomini e li rapinava con l’aiuto di complici. Nel corso di una di queste rapine aveva fatto assumere troppe gocce ad un uomo di 50 anni, che è deceduto. Ora la donna che narcotizzava gli uomini e li rapinava è stata arrestata dai Carabinieri. Agli arresti anche un complice, il 35enne Vincenzo D’Angelo.

La donna aveva organizzato una serie di rapine. Le vittime erano generalmente uomini di mezza età. La donna passeggiava sulla Domiziana, e fingeva di avere dei problemi. Così chiedeva un passaggio in auto al malcapitato di turno. Con una scusa lo portava in un bar per un drink, all’interno del quale metteva delle gocce di un potente ipnotico, senza preoccuparsi di esagerare con le dosi. A quel punto, forte del suo fascino, induceva l’uomo ad appartarsi con lei in auto. Appena il narcotico faceva effetto, entravano in gioco i complici della donna, che procedevano con la rapina.

Ma si trattava di un gioco molto pericoloso. Un uomo ha perso la vita a seguito di questo episodio: sceso dall’auto in cerca di aiuto, ma ancora stordito per essere stato narcotizzato, era stato investito e ucciso da un’auto. Si trattava di un turista di Milano che si trovava a Mondragone per le vacanze. Altri due uomini, che si erano messi alla guida ancora sotto l’effetto della sostanza, hanno provocato incidenti stradali rimanendo feriti. Ora i due complici sono accusati di omicidio colposo, rapina e lesioni personali. I Carabinieri sono alla ricerca degli altri due complici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.