Pompei, donne scomparse: trovata l’auto caduta nel Sarno

E' stata forse ritrovata l'auto caduta nel fiume Sarno qualche giorno fa, a seguito di un incidente, a bordo della quale viaggiavano due donne, madre e figlia

Dopo giorni di ricerche, pare sia stata ritrovata l’automobile caduta nel Sarno a Pompei il 21 novembre scorso, con a bordo due donne, Nunzia e Anna, madre e figlia. I Vigili del Fuoco hanno lavorato duro, ed ora un’auto è stata individuata sul fondale del fiume Sarno, a circa 30 metri dal luogo in cui cadde giorni fa, a 4 metri di profondità. A dirlo è l’ingegnere Ciro Scognamiglio, coordinatore della squadra dei Vigili del Fuoco. Ora si attende l’arrivo del magistrato sul posto e, accertato che l’auto sia proprio quella delle donne scomparse, si procederà al recupero.

L’operazione di recupero dell’automobile, una Fiat Panda, a detta dell’ingegnere sarà delicata e molto lunga. L’auto, sulla quale viaggiavano due donne, madre e figlia, era caduta nel fiume Sarno il 21 novembre scorso, a seguito di uno scontro con un’altra vettura. L’incidente in questione aveva avuto luogo all’incrocio tra via Casone, via Ripuaria e via Antonio Morese, con uno schianto molto forte. A detta di alcuni testimoni la Panda è stata letteralmente risucchiata dalla corrente del fiume, scomparendo nelle acque. Le forti correnti e la scarsa visibilità avevano impedito il suo ritrovamento fino ad oggi. Nel tratto in cui è caduta l’auto il fiume Sarno è profondo circa 6 metri, tra Pompei e Castellammare di Stabia.

Nonostante le attese per il recupero, al 90% si tratterebbe proprio dell’auto su cui viaggiavano le due donne, Nunzia e Anna. Ora si attendono le prossime ore per sapere la verità. L’auto ritrovata nel fondale del fiume Sarno è quella delle due donne scomparse? Oppure siamo di fronte ad una strana coincidenza? Probabilmente si tratta proprio dell’auto che i Vigili del Fuoco stavano cercando, ma solo a recupero avvenuto si avranno maggiori dettagli su questa vicenda che sta tenendo la zona con il fiato sospeso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.