Coppie di fatto, arriva il contratto di convivenza per etero e gay

Finalmente arriva il contratto di convivenza per le coppie di fatto etero e gay al fine di tutelarle. Fino ad ora queste persone che decidevano di condividere la propria vita insieme senza convolare a nozze non vedevano riconosciuti alcuni diritti a causa di un vuoto legislativo. Ma ora scendono in campo i notai e arriva un contratto di convivenza, ovvero un accordo legale. Tale contratto potrà essere firmato a partire da sabato 2 dicembre 2013 dalle coppie di fatto, sia eterosessuali che omosessuali.

Il prossimo 30 novembre avrà luogo un open day organizzato dai Consigli notarili distrettuali, al fine di informare al meglio le coppie di conviventi su questo tipo di contratto. E così il Consiglio nazionale dei notai agisce là dove il Parlamento discute ormai da tempo sull’entrata in vigore di leggi sulla disciplina delle coppie di fatto. L’obiettivo dei notai è quello di disciplinare alcuni aspetti patrimoniali per i conviventi. Il contratto di convivenza nasce per ascoltare le esigenze delle ormai numerosissime persone che decidono di stare insieme senza il matrimonio. I notai però precisano che il contratto di convivenza per le coppie di fatto etero e gay non vuole sostituire il matrimonio, ma semplicemente regolare alcuni aspetti patrimoniali tramite determinate clausole. Rientrano nell’accordo elementi concernenti il possesso della casa, l’acquisto di beni comuni, le decisioni da prendere nel caso in cui uno dei partner sia in pericolo di vita. Insomma, tutti gli aspetti pratici che attualmente sono un problema per le coppie di fatto. Non esiste un costo fisso per il contratto di convivenza, che non ha una formula standardizzata. Si tratta di un atto scritto e redatto dal notaio, e con il quale si stabiliscono le “regole” di una vita insieme, e non può essere sciolto per volere di uno solo. Il contratto ha valenza giuridica.

Cosa ne pensate del contratto di convivenza? Finalmente anche le coppie di fatto vedranno riconosciuti alcuni diritti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.