Rieti choc: suora partorisce bambino al De Lellis

A Rieti una suora di 35 anni ha partorito un bambino nelle ultime ore nell’Ospedale San Camillo De Lellis di Rieti. E la città rimane sotto choc dopo la diffusione di questa notizia.

Secondo la religione cristiana cattolica è previsto che le suore e i preti non possano avere una relazione, né tanto meno sposarsi, farsi una famiglia oppure avere dei figli. Eppure, succede alle volte che alcuni di loro si facciano sopraffare dalla tentazione. Ed è qui che scoppia lo choc da parte dei fedeli. Esattamente come è successo a Rieti.

Nell’Ospedale San Camillo De Lellis, infatti, una suora di 35 anni ha dato alla luce il proprio bambino del peso di 3 chili e 500 grammi. La donna si era recata in ospedale nel corso delle ultime ore lamentandosi di forti dolori addominali di cui non riusciva a capire l’origine.

Il dottore che l’ha presa in cura le ha fatto una visita approfondita ed ha svolto tutti gli esami del caso; dopo aver accertato i risultati delle analisi, il medico ha comunicato alla donna che il dolore era provocato da una gravidanza e dal bambino che stava per nascere.

Alcune voci di corridoio avrebbero detto che la suora sarebbe di nazionalità ecuadoriana e che era di stanza in un convento situato in città. Quando la donna ha iniziato ad accusare i primi dolori, le consorelle hanno pensato di portarla al pronto soccorso per aiutarla.

Il bambino che portava in grembo sarebbe venuto alla luce durante la giornata di mercoledì e, nonostante la donna sia stata messa in una stanza da sola e allontanata dalle altre pazienti, la notizia è comunque circolata prima nei corridoi dell’ospedale, fino a finire nel giornale della città. Nel frattempo le suore e i dirigenti dell’ospedale si nascondono dietro ad un “no comment”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.