Ancona, denuncia atti di stalking: gli lanciano una palla di fango sulla porta

Una donna denuncia di aver subito atti di stalking ad Ancona: gli lanciano una "palla" di fango sulla porta di casa

Ad Ancona (Marche), una donna denuncia di aver subito atti di stalking. Gli lanciano una “palla” di fango sulla porta per intimidirla ancora. La 40enne di Ancona ha denunciato di subire da circa due anni degli atti di stalking, e dopo aver ricevuto telefonate anonime e vessazioni varie, mercoledì sera le hanno lanciato una “palla” di fango sulla porta. I carabinieri sono stati subito avvisati dalla donna. Giunti sul posto, tuttavia, non hanno trovato l’autore del gesto. Il suo caso ha visto l’interessamento dello sportello anti-stalking di via Cialdini (Ancona), nato all’interno del centro anti-violenza indetto dalla Provincia.  A differenza di vari casi di stalking, non è chiaro chi sia a compiere questi atti persecutori ai danni della 40enne. Ovviamente, i primi indiziati sono i suoi ex. Quando è avvenuta l’intimidazione, Anna era in casa con il suo compagno. La donna ha dichiarato di aver sentire un forte boato provenire al di fuori della sua porta di casa, ha gridato per avvisare il compagno, che si trovava in bagno, e poi quest’ultimo è uscito per controllare. È stato ritrovata una sorta di bomba di fango. La vigilia di Natale ha inoltre trovato un vetro rotto della sua abitazione e la donna è costretta a uscire scortata. Non ci sono invece strumenti per facilitare la caccia a uno stalker anonimo. Chi tormenta la 40enne appartiene alla categoria dei rancorosi: coloro che vedono la donna responsabile dei loro disagi. Nei casi più diffusi, invece, lo stalker ha problemi psichici, ed è spesso un ex che non si rassegna alla fine della storia ed è solito ingelosirsi quando la donna si fa una nuova vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.