Evasione Cutrì, carabinieri individuano basi logistiche

Nuovi sviluppi nelle indagini per l’evasione di Domenico Cutrì, il boss della ‘ndrangheta scappato lunedì scorso dopo che un commando ha assaltato il furgone della Polizia penitenziaria a Gallarate. Stando a quanto riportato dall’agenzia Ansa, i carabinieri di Varese, Gallarate e Borgosesia avrebbero individuato due basi logistiche usate dai criminali per favorire l’evasione di Cutrì. Le due abitazioni si trovano una a Gallarate e l’altra a Cellio, in provincia di Vercelli.
Si intensificano gli sforzi degli investigatori e delle forze dell’ordine per rintracciare Domenico Cutrì, l’ergastolano evaso lunedì scorso. Dopo che negli scorsi giorni sono stati fermati prima i tre componenti del commando che ha assaltato il furgone e ieri un fratello dell’evaso, oggi è stata data notizia dell’individuazione di due abitazioni, situate a Gallarate e a Cellio, che Cutrì avrebbe potuto utilizzare durante la fuga e su cui sicuramente si sono appoggiati i malviventi che lo hanno aiutato a evadere.
Dell’uomo, però, ancora nessuna notizia nonostante siano tantissimi i posti di blocco dislocati nelle regioni del Nord e lungo i confini, per il timore che Cutrì possa lasciare l’Italia e rifugiarsi all’estero.
Nelle ultime ore hanno fatto ampiamente discutere le dichiarazioni della madre dell’evaso che ha lanciato un appello al figlio, pregandolo di non consegnarsi alla giustizia. La donna, nello specifico, ha motivato la richiesta spiegando che altrimenti la morte di uno dei suoi figli sarebbe stata vana: nell’assalto al furgone della Polizia penitenziaria, infatti, è rimasto ucciso uno dei fratelli di Cutrì. Gli inquirenti, comunque, continuano a sperare di ottenere qualche rivelazione dai fermati: una contraddizione nelle dichiarazioni, in questi casi, potrebbe rivelarsi fondamentale per risalire alle tracce che inevitabilmente Cutrì deve aver lasciato lungo la fuga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.