Dimissioni letta: cosa succederà dopo?


Le dimissioni imminenti del Presidente del Consiglio Enrico Letta hanno fatto il giro del mondo, e stanno generando non poche polemiche. A quanto pare il dopo Letta sarà Renzi, e una domanda sorge spontanea: cosa succederà dopo le dimissioni di Letta? Gli italiani sono sfiduciati, si sa, nella politica non ci credono più. Questo nuovo ricambio al vertice, che ai più sembra null’altro che un nuovo “gioco di palazzo”, porterà a qualche cambiamento, vediamo quale.


Letta ancora non si è dimesso, ma sta per farlo. Napolitano conferirà l’incarico di Presidente del Consiglio a Matteo Renzi. Infatti nella giornata di ieri il sindaco di Firenze ha presentato una mozione, e il Pd ha approvato con una maggioranza che non lascia alcun dubbio il documento letto da Matteo Renzi poco prima: 136 sì, 16 no e 2 astenuti. Ed ora cosa succederà?

Già in rete di fa il “totoministri“. Rimarranno quelli vecchi? O si cambierà strada dopo le dimissioni di Enrico Letta? Nell’eventuale nuovo esecutivo sotto la direzione di Matteo Renzi, potrebbero entrare in campo nuovi personaggi. Come viceministro rimarrà Angelino Alfano. Al Ministero dell’economia potrebbero invece arrivare nel dopo Letta l’amministratore delegato di Luxottica Andrea Guerra, ma emergono anche i nomi di Piercarlo Padoan, vicesegretario generale dell’Ocse e il professore Tito Boeri.

Per quel che concerne il ministero degli Esteri, potrebbe andare proprio a Enrico Letta, ma non si esclude che rimanga Emma Bonino. Invece cambiamenti ci potrebbero essere per il ministero della Giustizia: la Cancellieri probabilmente dovrà cedere il passo a Michele Vietti.

Questi ed altri sono i cambiamenti che potrebbero segnare l’esecutivo nelle prossime ore. Letta si dimetterà a breve e Renzi potrebbe subentrare al suo posto. Bisognerà capire però come reagiranno al riguardo gli altri partiti, in particolar modo il Nuovo centrodestra. Si attendono ulteriori aggiornamenti sui cambiamenti in atto al Governo.


Leggi altri articoli di News e Cronaca

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close