Napoli, non si fermano all’alt e scappano liberandosi delle pistole

A Napoli, al Rione Sanità, due ragazzi sono fuggiti dopo non essersi fermati all’alt delle forze dell’ordine. I due hanno perso il controllo dello scooter su cui viaggiavano e sono caduti. Rialzatisi, sono scappati a piedi, lasciando a terra ciò che portavano con loro: due pistole.Due ragazzi, che viaggiavano a bordo di uno scooter indossando caschi integrali, hanno insospettito i carabinieri che al Rione Sanità a Napoli stavano effettuando un controllo. Gli uomini dell’Arma hanno intimato l’alt ai due, che però non si sono fermati dandosi alla fuga. La concitazione del momento e la manovra avventata fatta per non essere bloccati dai militari, li ha fatti sbandare facendo perdere loro il controllo del mezzo: caduti a terra, i due ragazzi si sono dati alla fuga a piedi.
Prima di scappare, i due malviventi hanno deciso di liberarsi delle armi che portavano addosso, due pistole che sono state lanciate a terra. I carabinieri della stazione San Carlo Arena non sono riusciti a bloccarli e così i due hanno fatto perdere le tracce. Le due pistole sono state ritrovate con la matricola abrasa: si tratta di un revolver 38 special, con 6 cartucce e una semiautomatica calibro 9 con 13 cartucce nel caricatore.
Le due armi sono state sequestrate, mentre per quanto riguarda lo scooter, dopo i controlli del caso, è stato scoperto che era stato
rubato il 27 novembre scorso nel quartiere San Ferdinando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.