Domenica Live, parla la madre di Sara Scazzi: i Misseri la odiavano


Oggi, a Domenica Live parla Concetta, la madre di Sara Scazzi. La donna accusa i Misseri e afferma che Sabrina, Michele e Cosima odiavano la ragazza. Ospite della trasmissione domenicale di Barbara D’urso, Concetta ripercorre ancora una volta la tragica vicenda che per anni ha invaso i media di tutta Italia e le discussioni nelle famiglie. Che Barbara D’urso sia solita cavalcare l’onda emotivi di simili tragedie, così come spesso fanno i telegiornali di Mediaset, soprattutto il poco decoroso Studio Aperto, è noto a tutti. L’ultimo colpo della D’urso è quello di avere in studio a Domenica Live la madre di Sara Scazzi, la giovane che fu uccisa ad Avetrana. Ecco le parole di Concetta: “A distanza di tempo, mi sento ancora più tradita“. Alla domanda se ha rivisto Michele Misseri, la donna risponde di sì, ma lui nemmeno la guarda anche se ha spesso dichiarato di voler andare da lei per chiedere perdono. Concetta dice che i Misseri la odiavano e infatti dai video è possibile vedere come la giovane e bella Sara Scazzi venisse presa in giro da Sabrina per le sue “brutte orecchie” o per il fatto che fosse troppo magra. Insomma, l’invidia di Sabrina nei confronti della cugina era più che palese. Sabrina diceva così che Sara era complessata da queste cose, mentre la madre afferma il contrario: “Io da Sara sentivo tutto il contrario: Sabrina aveva i complessi, che piangeva per Ivano”. Per la madre della ragazza, l’omicidio è nato dal fatto che sia Sabrina che la madre Cosima odiavano la giovane. Insomma, Concetta non si dà ancora pace e ai microfoni di Domenica Live parla ancora del delitto Scazzi. Per lei, i Misseri odiavano sua figlia e l’invidia e la gelosia sono i moventi dell’omicidio, poi mascherato. Dopo aver avuto ospite il supertestimone del caso di Roberta Ragusa, ancora una domenica di cronaca nera a Canale 5.


Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close