Par condicio, troppo spazio nel TgLa7 per Renzi: Mentana si scontra con l’Agcom


Troppo spazio concesso a Matteo Renzi nel Tg di La7, a stabilirlo è una nota dell’Agcom, che ha deciso così di “punire” Enrico Mentana. Mentana, direttore del TgLa7, è stato chiamato in causa in quanto responsabile di aver concesso nel suo telegiornale troppo spazio a Matteo Renzi. Ad affermarlo è il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, che dopo aver esaminato i dati relativi al monitoraggio sul pluralismo politico e istituzionale nella televisione riguardanti il periodo che va dal 5 al 18 aprile, ha rivolto al Tg di La7 un ordine di riequilibrio. Dunque, bisogna ristabilire la par condicio. Tuttavia, Enrico Mentana non ha atteso impassibile la comunicazione da parte dell’Agcom, e ha subito replicato alla delibera. Ecco le sue parole, risalenti a meno di un’ora fa: “Brutta figura dell’Agcom, che, per sbaglio, infila nel computo dei Tg la diretta della conferenza stampa sugli 80 euro e fa sballare tutte le nostre percentuali. Non chiederanno mai scusa, ovviamente”. Stando alla dichiarazione del direttore, la colpa sarebbe dunque della diretta riguardante la conferenza stampa sui famosi 80 euro promessi da Renzi alla classe dei lavoratori medio-bassa. Quest’ultima, avrebbe mandato in tilt tutte le percentuali facendo risultare il suo telegiornale come non adempiente alle leggi sulla par condicio. L’Agcom ha rivolto richiami anche ad altri notiziari nazionali, stavolta per richiedere maggiore spazio al Movimento 5 Stelle: si tratta di Studio Aperto, RaiNews e SkyTg24. La prossima verifica sarà relativa al periodo 19 aprile-2 maggio. Per quanto concerne l’esposto presentato da alcuni parlamentari del M5S in cui veniva indicata la violazione delle disposizioni di par condicio e tutela del pluralismo da parte della Rai, con riferimento a due diverse edizioni del Tg1 delle ore 13.30, è stato archiviato. Dunque, è scontro aperto tra Mentana e l’Agcom per quanto concerne l’eccessivo spazio dedicato a Matteo Renzi. Il presidente del Consiglio è sovraesposto mediaticamente e riceve troppo spazio nei telegiornali. Tuttavia, l’Agcome, che pretende una maggior attenzione al M5S, si dimentica di tutelare tutte le altre minoranze politiche.


Leggi altri articoli di Attualità Italiana

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close