Salerno: calciatore muore impiccato, disperato il tentativo del padre di salvarlo

Definire il suicidio di questa mattina una tragedia è poco, perché all’alba di oggi a Omignano in provicia di Salerno un giovane calciatore si è tolto la vita, si è impiccato. Aveva 20 anni e il suo gesto, quella corda legata alla trave, il suo desiderio di farla finita, ha lasciato tutti nello sconcerto e nel dolore. Più di tutti suo padre, perché lui ha tentato di salvarlo ma era troppo tardi.

Non ci sono dubbi sulla causa del decesso del giovane calciatore di Omignano. All’alba ha deciso di farla finita. E’ andato nella cantina di casa, ha legato una fune alla trave e si è impiccato.

Il padre del ragazzo evidentemente deve avere notato qualcosa. E’ stato lui a fare la macabra scoperta. E’ stato lui che ha tentato disperatamente di salvare suo figlio ma era ormai troppo tardi.

Il ventenne giocava a calcio in una squadra locale, era conosciuto da tutti, era un ragazzo stimato.

Non si conoscono i motivi del suo folle gesto.

Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.