Ostia, 15enne si tuffa e batte la testa: rischia la paralisi

A Ostia, un 15enne si tuffa e batte la testa. Adesso rischia la paralisi

A Ostia, un 15enne di Grottaferrata (provincia di Roma, paese dei Castelli Romani) si tuffa e batte la testa. Adesso rischia la paralisi. Il primo week end con temperature estive ha fatto sì che si riempissero le spiagge di tutta Italia. In quella di Ostia, un 15enne era andato per divertirsi insieme ai suoi coetanei. Purtroppo, però, la giornata finisce in tragedia. E poteva finire anche peggio. Il gruppo di adolescenti aveva scelto la spiaggia libera dei Cancelli. Iniziano così i giochi. Intorno alle 12 la tragedia: il 15enne si tuffa nell’acqua bassa e batte la testa sulla spiaggia.

Rischia persino di affogare. A salvarlo dall’annegamento è stato il bagnino Maurizio Palmulli, alias Mister Ok – famoso perché ogni capodanno si tuffa dal Gianicolo nel fiume Tevere di Roma. Il ragazzo è stato portato in spiaggia e rianimato da una dottoressa che casualmente si trovava nella zona.

Ragazzi accoltellato a Ostia – LEGGI QUI

In seguito sono giunti i soccorsi del 118. È stato trasferito al Policlinico Gemelli con la eliambulanza. Ora, è ricoverato in terapia intensiva pediatrica, in prognosi riservata. Il ragazzo ha riportato lesioni alla spina dorsale e solo nelle prossime ore i medici potranno accertare se avrà riportato danni motori permanenti.

Ragazza gettata in un canale a Ostia dopo essere stata accoltellata – LEGGI QUI

Insomma, un 15enne rischia la paralisi dopo una giornata al mare. Si tuffa insieme ai suoi amici e batte la testa sulla spiaggia. Le prossime ore saranno decisive. Scioccati i suoi compagni, che sono rimasti vicini il ragazzo fin quando hanno potuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.