Dall’interrogatorio di Bossetti: Yara uccisa per una vendetta contro suo padre

Emergono le prime indiscrezioni in merito all’interrogatorio che Massimo Giuseppe Bossetti ha sostenuto in carcere. E’ Repubblica a riportare quelle che sarebbero le dichiarazioni del muratore di Mapello. Yara sarebbe stata uccisa per una vendetta contro la famiglia Gambirasio, in particolare contro suo padre. Una versione sicura quella di Bossetti che avrebbe raccontato che in cantiere si è sempre parlato dell’omicidio di Yara Gambirasio e si è sempre detto che la tredicenne di Brembate sarebbe stata uccisa per una vendetta contro suo padre. Bossetti durante l’interrogatorio si sarebbe detto ancora una volta innocente. Avrebbe detto che non conosceva Yara, che non l’aveva mai vista prima e avrebbe parlato dei suoi tre figli.

PARLA IL PADRE DELLA BAMBINA INSEGUITA DA UN FURGONE IL GIORNO PRIMA DELL’OMICIDIO DI YARA

BOSSETTI CONTINUA A DIRSI INNOCENTE

Massimo Giuseppe Bossetti non ha dubbi. Il dna ritrovato sui vestiti di Yara non è il suo. Se l’esame del dna che dovrà essere rifatto lo dimostrasse di nuovo lui allora non saprebbe come rispondere. Come mai è lì su questi vestiti? A questo non sa dare una risposta ma lui non avrebbe nulla a che fare con l’omicidio della tredicenne di Brembate.

“Sono tornato a casa dopo il lavoro, ho fatto la doccia, ho cenato con moglie e figli, ho guardato un po’ i quaderni dei miei bambini, giocato con loro che vanno sempre a letto alle 21. Poi sono stato sul divano a guardare la televisione”. Davanti all’obiezione del giudice che a distanza di quasi quattro è difficile ricordare tanti particolari, il manovale si è difeso così: “ Sono un uomo metodico, un abitudinario. Faccio sempre le stesse cose: lavoro, doccia, cena, divano”.

Quindi anche la sera del 26 novembre Bossetti avrebbe fatto quello che faceva di solito. Pare inoltre che a proposito delle lampade l’uomo avrebbe detto che all’inizio non aveva raccontato nulla di questa storia perchè si vergognava.

L’AUTO DI BOSSETTI RIPRESA DALLE TELECAMERE DELLA BANCA? GUARDA QUI LE FOTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.