Niscemi, finto mago abusa delle clienti e viene arrestato: soggiogate una madre e la figlia

A Niscemi (Caltanissetta), un uomo si finge mago e abusa delle clienti. Sono state soggiogate una madre e la figlia della donna. Il finto santone viene poi arrestato. Si finge mago e abusa di una madre e della figlia 17enne per liberare i loro corpi dal demonio. È successo a Niscemi, dove i carabinieri hanno arrestato con l’accusa di violenza sessuale, truffa ed estorsione, un 52enne. L’uomo si era finto mago per approfittare delle persone che avevano perso ogni speranza e per questo si aggrappavano all’irrazionalità. Tutto inizio a gennaio. Il finto mago le ha prima adescate e poi convinte a “sottoporsi alle sue cure”. Se non avessero fatto ciò, secondo lui, sarebbero morte entrambe. Madre e figlia si sono così fidate del 52enne.

Muos di Niscemi: ex militare è morto di leucemia – LEGGI QUI

Hanno subìto una serie di riti magici e incantesimi. In cambio si è fatto dare denaro per circa 8mila euro. Madre e figlia sono state soggiogate e costrette anche ad avere rapporti sessuali con l’uomo. Il santone avrebbe anche convinto la madre ingenua a divorziare, altrimenti sua figlia sarebbe morta. La donna eseguiva alla lettera i suoi ordini e ha dato l’addio al marito. Il finto mago era diventato parte della “famiglia” ed era solito abusare di entrambe.

Caltanissetta, treno investe operai – LEGGI QUI

Appena ha scoperto la vicenda, l’ex marito si è rivolto ai carabinieri. Le autorità hanno svolto le indagini trovando croci in legno nel giardino nell’abitazione delle due donne, la foto di una delle vittime e una polvere “magica” usata per suggestionarle. Il provvedimento è stato emesso dal gip del tribunale di Gela. Adesso l’uomo è stato arrestato – si trova ai domiciliari – e per le donne è finito l’incubo. Una vicenda che purtroppo fa luce su quanto ancora determinate persone siano suscettibili a leggende e santoni che millantano poteri sovrannaturali e su quanto questi ultimi si approfittino dell’ingenuità delle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.