Sabina Guzzanti truffata spara veleno sui blog

Fortunato il giornalista de Il Corriere della sera che questa mattina ha avuto la possibilità di intervistare Sabina Guzzanti. Fortunato perchè ha cercato di capire come mai dopo la truffa di coìui è stata vittima invece di prendersela con chi l’ha truffata, ha buttato veleno su chi nel suo blog scriveva di essere deluso da lei. Sfortunato perchè si è preso diciamo qualche piccola parola non troppo gentile. I suoi fans la accusano di aver tradito le loro aspettative. Ma di cosa stiamo parlando? Di una maxi truffa ai danni di molti vip e persogaggi del mondo dello spettacolo ma non solo. Tra gli illustri truffati ci sono appunto Sabina  e suo padre, Massimo Ranieri, Samantha De Grenet e anche qualche calciatore. C’è chi ha sporto denuncia che ha invece preferito tacere. La Guzzanti aveva messo da parte una somma di 400.000 euro circa che aveva poi investito in quella che si è dimostrata una truffa. Ma qual è il problema in questa storia? Il fatto che i fans di Sabrina non si aspettavano determinate cose e delusi hanno scritto sul suo blog diverse cose tra le quali, qualcuno offensiva, stando almeno alle parole della Guzzanti.Ecco un breve estratto dell’intervista che trovate sul Corriere:

“Io non li offendo, ma è esattamente così. Si sono gasati, poverini, hanno letto certi articoli e si sono messi a pontificare, a dirmi quello che avrei dovuto fare e non fare, con i miei soldi”.

Il giornalisata le ricorda che lei li ha definiti «svitatelli», «persone poco strutturate», «esaltati che non hanno capito una cippa»…

E lei risponde così : ” Senta: uno è arrivato a scrivere che i miei soldi avrei dovuto investirli aprendo un bar… Io? La barista? No, dico: si rende conto di qual è il livello della polemica? E però la colpa è vostra, di voi che sui giornali avete parlato solo di me e di Massimo Ranieri, mentre ad essere truffati siamo stati a decine. Perché non avete pubblicato anche le foto degli altri? È giornalismo, questo?“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.