La terra trema ancora, forte scossa di terremoto tra Toscana ed Emilia questa notte

Il mese di luglio è stato caratterizzato da decine di scosse di terremoto avvertite in molte regioni diverse dell’Italia. Questa notte la terra torna ancora a tremare: sono la Toscana e l’Emilia le regione a esser state interessate da un terremoto di magnitudo 2,9. Se è vero che, come da un lato ci ricordano gli esperti, in Italia ci sono tantissime scosse di terremoto al giorno ma neppure ce ne accorgiamo, è anche vero che nel momento in cui invece le percepiamo la paura c’è sempre. E’ toccato stavolta agli abitanti della Toscana e dell’Emilia lo spavento notturno. Vediamo i dettagli delle scosse di questa notte.

Non si può propriamente parlare di scosse notturne visto che entrambe sono state percepite prima della mezzanotte di ieri. Infatti erano circa le 22,00 quando è stata avvertita la prima scossa: la magnitudo registrata è quella di 2.9. Per sentire poi invece la seconda scossa gli abitanti dei paesi colpiti hanno dovuto aspettare un’oretta, mancavano infatti pochi minuti alla mezzanotte quando hanno avvertito quella di magnitudo 2.3.

Dove è stato l’epicentro di questo terremoto– Ci troviamo in alcuni paesi in provincia di Bologna: Granaglione e Lizzano in Belvederee. Per quando riguarda invece la Toscana il paese vicino all’epicentro è Sambuca Pistoiese in provincia di Pistoia. Questo per la prima scossa. Per la seconda invece i paesi interessati sono stati: Molino del Pallone sempre in provincia di Bologna, Taviano e San Marcello Pistoiese invece in provincia di Pistoia.

L’entità del terremoto- Le scosse sono state di una magnitudo non troppo elevata e per questo motivo oltre a percepirla gli abitanti non hanno notato danni nè a persone nè a cose. Solo un grande spavento quindi e nulla di più. La protezione civile è intervenuta ma non ha riscontrato danni come già detto in precedenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.