Maltempo: metro allagata a Torino e ultime notizie da tutta Italia

Sembra non finire mai quest’ondata di maltempo che vede coinvolta la penisola italiana oramai da più di una settimana. Secondo le ultime notizie, a Torino quattro stazioni della metropolitana si sono allagate questa mattina, a causa dello scoppio di alcuni tubi spaccati dal gelo. Si tratta delle stazioni Paradiso, Massaua, Principi D’Acaja e Dante. La Gtt, società pubblica che gestisce la metropolitana di Torino, ha allestito un servizio di bus sostitutivi per garantire i servizi nelle tratte interessate dai guasti. Ma il gelo oltre a provocare guasti come questo, purtroppo, riesce anche ad uccidere: solo nella giornata di ieri ci sono stati 10 morti. In tutto sono 40 le vittime del maltempo: si tratta di senzatetto assiderati, persone colte da malori, vittime d’incidenti d’auto o di cadute sul ghiaccio. Ecco le ultime notizie da tutta la penisola italiana. Le zone colpite dal maltempo ora sono quelle del centro – sud, dove si sono anche fermati i treni. In Puglia, Campania e Basilicata la circolazione ferroviaria è sospesa. In Molise le strade sono chiuse, a Firenze il fiume Arno è completamente ghiacciato e a Trieste soffia la bora a 150 km all’ora. Marche e Umbria devono fare i conti con le bufere di neve e in Abruzzo la situazione rimane tragica: interi paesi sono completamente isolati o senza elettricità.
Un ulteriore peggioramento delle condizioni meteo è atteso da giovedì, a Roma prevista una “Maxi Nevivata” – come fa sapere il colonnello Mario Giuliacci – per venerdì.
Il governo ha fatto sapere che l’impiego di mezzi e uomini dell’Esercito nell’emergenza maltempo non sarà più pagato dai sindaci, dopo i problemi sollevati dai diversi comuni italiani. Come se non bastasse alla crisi poi, le difficili condizioni meteo provocano anche aumenti dei prezzi dei generi alimentari. Federconsumatori registra già aumenti del 10% su frutta e verdura, ma il gelo potrebbe far lievitare la spesa delle famiglie del 40% con un rialzo di circa 132 euro al mese. L’agricoltura secondo Confagricoltura, ha subito dei danni tra i quattro e i cinquecento milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.